Il Progetto Mediterranea, spedizione nautica, culturale e scientifica, fa tappa nel capoluogo sardo, ospitato dallo Yacht Club Cagliari e dalla Fondazione MEDSEA.

Cagliari, 29 maggio 2018. Il viaggio è iniziato il 17 maggio 2014 da San Benedetto del Tronto e si concluderà nel 2019: cinque anni a vela tra Mediterraneo, Mar Nero e Mar Rosso settentrionale a bordo di un ketch armato a cutter di 60 piedi disegnato da Michel Bigoin. L’imbarcazione “Mediterranea, che dà il nome al progetto, sarà a Cagliari il 1 giugno 2018: alle 18.00, presso la Scuola Vela Yacht Club al porticciolo di Marina Piccola, il velista e narratore Simone Perotti, ideatore dell’iniziativa, incontrerà gli amanti del mare e parlerà del Progetto Mediterranea e come strumento per conoscere il Mediterraneo. Al centro della narrazione, dunque, un’area ambientale costantemente minacciata, ma sempre più ricca dei suoi assalitori. Un patrimonio di biodiversità da salvaguardare, come suggerisce il titolo dell’intervento del presidente di MEDSEA, Alessio Satta, sul tema “Come conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”.

Gli incontri sono organizzati da Progetto Mediterranea, in collaborazione con le varie sedi degli Istituti italiani di cultura all’estero e con il patrocinio onorario del Ministero degli Affari Esteri. La tappa cagliaritana è supportata da Yacht Club Cagliari e MEDSEA, fondazione no-profit con sede nel capoluogo, attiva nel campo della protezione dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile della Sardegna e del resto del Mediterraneo. A rafforzare il legame con la Sardegna la partecipazione vincente del navigatore-scrittore Simone Perotti al Premio Letterario Costa Smeralda 2018. A Perotti la giuria del Costa Smeralda ha assegnato il primo premio per il libro “Rais”, storia dei pirati nel Mediterraneo.

Note biografiche di Simone Perotti. Scrittore e marinaio, ha collaborato con riviste e giornali (da «Yacht & Sail» e «Fare Vela» a «Dove» al «Corriere della Sera»), e scritto romanzi e saggi. Ha pubblicato: “Zenzero e Nuvole” (Theoria, 1995 – Bompiani, 2004), raccolta di racconti presentata per la prima volta da Vincenzo Cerami; “Stojan Decu, l’Altro Uomo”, (Bompiani 2005 – Premio Volpe d’Oro), un romanzo sul grande tema dell’identità; “Vele (White Star”, 2008 – Premio Sanremo), immagini e testi sulle vele e il mondo del mare; “L’Estate del Disincanto” (Bompiani, 2008), un romanzo di formazione e d’avventura; “Uomini Senza Vento” (Garzanti 2010), un noir mediterraneo e ambientalista sul tema della libertà; “L’Equilibrio della farfalla” (Garzanti 2012), un romanzo sulla rivolta civile ambientalista. Con “Un uomo temporaneo” (Frassinelli) ha raccontato una favola lavorativa, e con “Rais” (Frassinelli) un grande libro, esistenziale e psicologico, sulla storia dei pirati del Mediterraneo con il quale ha vinto il Premio Letterario Costa Smeralda 2018. E poi i saggi “Adesso Basta” (Chiarelettere, 2009) che ha dato voce alla generazione che vuole cambiare vita e intorno a cui si è creata una vasta community (su www.simoneperotti.com); “Avanti tutta” (Chiarelettere, 2011), secondo tomo, insieme a Adesso Basta, sul tema del Downshifting (scalare marcia, rallentare e cambiare vita). “Ufficio di scollocamento” (Chiarelettere, 2012), terzo libro sul tema del cambiamento e sulla necessità di una rivolta individuale; “Dove sono gli Uomini?” (Chiarelettere, 2013) un libro inchiesta sul grande disagio contemporaneo delle donne.

Info: www.progettomediterranea.com

Sebastiano Catte, com.unica 29 maggio 2018

Share This: