Appuntamento giovedì 3 e venerdì 4 ottobre 2019 alla Manifattura Tabacchi. Tra gli ospiti lo scienziato Federico Faggin, il padre del microprocessore.

Giovedì 3 ottobre prenderà il via la settima edizione di Sinnova, il Salone dell’innovazione in Sardegna, la più grande manifestazione sui temi del futuro e delle nuove tecnologie promossa da Sardegna Ricerche in collaborazione con l’Assessorato regionale della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del territorio. Le due giornate, il 3 e 4 ottobre, si svolgeranno a Sa Manifattura (la Manifattura Tabacchi) di Cagliari, che ospiterà nei suoi spazi 92 imprese espositrici, espressione di molti settori (Ict, turismo, cultura e ambiente, energie rinnovabili e smart grid, agrifood, biomedicina e aerospazio), tra queste 30 start up e 13 imprese femminili.

Oltre alle imprese saranno presenti anche enti e istituzioni locali che, insieme a Sardegna Ricerche, parteciperanno alla manifestazione con uno spazio espositivo: CRS4, Porto Conte Ricerche, IMC, JIC (Joint Innovation Center), le Università di Cagliari e Sassari, gli assessorati regionali della Programmazione e della Pubblica istruzione, il Digital Innovation Hub Sardegna e il Centro Eurodesk dell’Urp della Presidenza della Regione.

Ma Sinnova non è solo una vetrina delle idee e dei prodotti innovativi sardi: è incontro, dialogo, scambio, formazione. Tutto compreso in un messaggio, un’esortazione: ‘È ora. Cambia’. È l’invito a rafforzare la spinta per un processo di trasformazione continua, capace di incidere nella vita di tutti i giorni. Molti i momenti di approfondimento nella due giorni della manifestazione, con ospiti speciali, che aiuteranno i visitatori a compiere il viaggio nelle tecnologie del futuro e a capire come la trasformazione digitale rivoluzioni i processi di crescita e sviluppo e impatti sulla vita quotidiana dei singoli.

Federico Faggin

IN PROGRAMMA (3 ottobre)
L’appuntamento è per le ore 9:30 nella corte interna per l’inaugurazione e i saluti della sottosegretaria di Stato dello Sviluppo economico, Alessandra Todde, del presidente della Regione, Christian Solinas, del sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, e della commissaria di Sardegna Ricerche Maria Assunta Serra. A introdurre il tema del cambiamento, e della consapevolezza di doverlo indirizzare verso un futuro sostenibile sarà un workshop (alle ore 10:10) con un ospite d’eccezione: Federico Faggin, l’inventore del microprocessore. Considerato lo Steve Jobs italiano, un idolo per tutti gli scienziati e appassionati di tecnologia, Faggin – a Cagliari su invito della Fondazione di Sardegna – sarà intervistato da Federico Ferrazza, direttore di Wired Italia.

Nel secondo appuntamento, a partire dalle ore 11:00, Ferrazza introdurrà e racconterà le storie di imprese che hanno fatto della innovazione e della tecnologia la propria visione: è il talk show “Immagina la Sardegna che verrà: best practice di innovazione”. Protagonisti Luigi Galimberti, che con la sua azienda Sfera Agricola ha messo su la serra hi-tech più grande d’Italia, Mirko Lalli fondatore di Travel Appeal, specializzata in big data e che ha sviluppato sistemi di monitoraggio dati sul turismo, Simone Ungaro di Movendo Technology, startup che realizza robot destinati alla riabilitazione motoria, e Domenico Cimmino di Evolvere, che nel settore delle reti intelligenti dell’energia utilizza la tecnologia blockchain. Racconteranno le loro esperienze e dialogheranno con l’assessore regionale della Programmazione, Giuseppe Fasolino.

In chiusura di mattinata il ‘faccia a faccia’ sul mondo dei social network con Luca La Mesa (Presidente Procter&Gamble Alumni Italia ed esperto di social media). Il programma prosegue sino a sera con gli altri format del Salone: Sinnova Academy, per approfondire focus specifici con gli esperti del settore, e Sinnova Collabora, le esperienze dei protagonisti di tanti progetti di ricerca, dove le imprese collaborano con università e centri di ricerca isolani. Al termine della giornata, il Dopo Sinnova, un momento di networking e intrattenimento con Andrea Pinna, l’influencer che con “Le Perle di Pinna” ha creato uno dei successi più noti e virali dell’universo social. Durante tutta la manifestazione sarà possibile partecipare alla Robot race, una gara di robot su ruote organizzata dal 10Lab, il science centre di Sardegna Ricerche e si potrà compiere un viaggio a ritroso all’interno del mondo del videogame. Grazie all’originale esperienza dei ragazzi di Officina Digitale saranno ricostruiti i cabinati e le ambientazioni più iconiche dei videogiochi degli anni ’80 e ’90.


Il programma è disponibile nel sito di Sinnova, dove saranno trasmessi in streaming anche tutti i workshop. Hashtag ufficiale: #sinnova19

com.unica, 1 ottobre 2019

Share This: