Durante il G20 finanziario appena conclusosi a Buenos Aires, Cina, Brasile, Sudafrica, Russia e India hanno firmato un comunicato congiunto in cui affermano di voler combattere il protezionismo (Il Sole 24 Ore). Una posizione che, molto probabilmente, verrà ribadita anche al summit dei paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica), che si svolgerà a Johannesburg tra mercoledì a venerdì. Mercoledì, Jean Claude Juncker incontrerà Donald Trump a Washington. Il Presidente della Commissione Ue vuole convincere Trump a non imporre dazi doganali sulle importazioni di auto dall’Europa (Reuters). 

Il ministro degli esteri canadese Chrystia Freeland e quello delle finanze Bill Morneau mercoledì incontreranno il Presidente messicano Enrique Peña Nieto, ancora in carica, e il neoeletto Andrés Manuel López Obrador. Un incontro per sbloccare le trattative per la rinegoziazione del Nafta, il trattato di libero scambio tra Canada, Messico e Stati Uniti (Radio Canada International). Ieri, durante il G2O, lo stesso Morneau e il suo omologo Jose Antonio Gonzalez Anaya, si sono detti ottimisti sulla possibilità di trovare un accordo con gli Stati Uniti (The Globe and Mail). 

In una lettera inviata a Donald Trump, López Obrador apre al dialogo sulla rinegoziazione (Bloomberg). Qualche giorno fa lo stesso Trump si era detto possibilista su un accordo commerciale con il Messico.

(com.unica, 23 luglio 2018)

Share This: