Giorgio Maggi, Ispettore Capo della Polizia di Stato, scomparso il 31 dicembre del 2016 stroncato da un male incurabile, si era arruolato in Polizia nel 1973. Ha prestato servizio alla Squadra Mobile di Roma fino al 1990, poi alla Sezione di Polizia Stradale di Colleferro. Nel 1994 fece ritorno a Roma, all’Ispettorato Vaticano dove assunse l’incarico di Responsabile del nucleo interno stradale della scorta a Papa Giovanni Paolo II°. La breve biografia di Giorgio Maggi ricordata da Pino Pelloni, in occasione del Memorial che l’Associazione fiuggina Art and Passion ha voluto dedicargli domenca 1 settembre, è stata arricchita dal contributo filmato con il saluto che Papa Giovanni Paolo II volle rivolgere alle forze della Polizia di Stato.

L’incontro, dal titolo “Sicurezza, Giustizia e Legalità 2.0, si è tenuto presso la Fonte Bonifacio VIII con il patrocinio del Comune di Fiuggi e la collaborazione del SAP, della MediaEventi e della Fondazione Levi Pelloni, e ha visto alternarsi alla tribuna il Questore di Frosinone Leonardo Biagioli, l’onorevole-poliziotto Gianni Tonelli, il dirigente del Compartimento Lazio della Polizia Stradale, Mario Nigro, Anna Caterina Alimenti, la sociologa Elisabetta Fernandez e la rappresentante provinciale di Frosinone del SAP, Camilla Padovani.

Il Questore di Frosinone Leonardo Biagioli con Pino Pelloni

Il Segretario Generale del SAP, Stefano Paoloni, in un suo messaggio ha sottolineato la centralità del problema sicurezza: “Da sempre, quello della sicurezza è il concetto sul quale fondiamo l’intera attività del nostro sindacato. Un bene non solo prezioso, ma fondamentale per tutti noi. Vedere che la cittadinanza si sente così sensibilizzata nel tentare di aiutare fattivamente noi delle Forze dell’Ordine, è motivo di grande soddisfazione.”

Infatti l’Associazione Art and Passion ha donato alla segreteria Provinciale di Frosinone del Sindacato Autonomo di Polizia, 2 personal computer, 2 tablet e 8 bodycam destinati alla Questura di Frosinone, al Commissariato di Fiuggi e alla Sezione di Polizia Stradale di Frosinone, per le esigenze di sicurezza e controllo del territorio.

Pino Pelloni, grato per le parole di saluto del Questore Biagioli (“L‘Ispettore Maggi, anche se non l’ho conosciuto personalmente, ha lasciato un indelebile ricordo di professionalità e senso delle Istituzioni, e questo suo ricordo deve servire a sensibilizzare l’opinione pubblica che una maggiore sicurezza e una maggiore integrazione fra le persone si ripercuote positivamente sulla qualità di vita dei cittadini e dei territori nei quali vivono”), ha sottolineato come la Fondazione Levi Pelloni abbia voluto, partecipando a questa iniziativa, contribuire all’evoluzione della cultura civica e stimolare la crescita del Paese finalizzata alla solidarietà sociale e alla promozione culturale, all’informazione e alla divulgazione della formazione alla legalità. 

(com.unica, 5 settembre 2019)

Share This: