La sfida dell’Olimpico viene risolta a tre minuti dalla fine da Nainggolan al termine di una bella azione manovrata conclusa con un bel tiro a giro del belga, ben servito da Salah, che s’infila alla sinistra di Reina. L’azione era stata avviata da Totti con un perfetto lancio in verticale per Pjanic, smarcatosi nell’area azzurra. L’ingresso in campo del capitano, a 10′ minuti dalla fine, è risultato così ancora decisivo per la squadra di Spalletti. Che a conti fatti forse è stata premiata più del dovuto dal risultato. Prima del gol infatti è stato soprattutto il Napoli ad andare vicino al vantaggio, in particolare grazie a due nitide occasioni capitate sul piede di Higuain, che ha trovato però sulla sua strada uno Szczesny davvero prodigioso.

La Roma, dopo una buona partenza e un’ottima occasione da gol con Salah (gran tiro al volo dal limite che ha sfiorato l’incrocio dei pali con Reina battuto) a tratti è apparsa un po’ troppo timorosa e impacciata. Ha provato a pungere soprattutto nella prima parte della gara ma ha mostrato poca brillantezza nell’ultimo passaggio e scarsa incisività sulle fasce, dove Salah ed El Sharawy sono stati neutralizzati senza grosse difficoltà da Hysaj, Ghoulam e Koulibaly.

Il Napoli ha comandato il gioco soprattutto nella ripresa senza peraltro mostrare quella concretezza nell’area avversaria che aveva caratterizzato finora il suo precedente cammino in campionato. Al termine della partita Sarri avrà molto da recriminare: la Roma, ora a soli due punti dai partenopei, torna in piena corsa per la conquista del secondo posto che vale l’accesso diretto ai gironi di Champions.

Spalletti a fine gara respinge le critiche sul gioco espresso dalla sua squadra e afferma che la vittoria della Roma “è meritata. Non abbiamo rubato nulla”. “Oggi abbiamo raschiato con le unghie sul fondo del barile – ammette il tecnico di Certaldo – perché abbiamo trovato una squadra in forma e noi avevamo qualche problema. Siamo rimasti compatti e poi abbiamo cercato e trovato un grande gol, meritato. È una grande soddisfazione, guadagniamo qualcosa dal punto di vista caratteriale dove dobbiamo comunque ancora migliorare”.

Roma-Napoli 1-0 (0-0). Reti: nel st 44′ Nainggolan.

Roma (4-3-3): Szczesny 7.5; Florenzi 6 (1′ st Maicon 6), Manolas sv (21′ pt Zukanovic 5.5), Rudiger 6.5, Digne 6; Pjanic 6, Keita 6, Nainggolan 6.5; Salah 6, Perotti 6, El Shaarawy 5.5 (35′ st Totti sv). (26 De Sanctis, 5 Castan, 35 Torosidis, 33 Palmieri, 6 Strootman, 14 Iago Falque,16 De Rossi, 21 Vainqueur, 9 Dzeko). All.: Spalletti 6.

Napoli (4-3-3): Reina sv; Hysay 6.5, Albiol 6, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6; Jorginho 5.5 (45′ st Gabbiadini sv), Allan 6 (33′ st D. Lopez 5.5), Hamsik 5.5; Callejon 6, Higuain 6, Mertens 6 (29′ st Insigne 5.5). (22 Gabriel, 1 Rafael, 3 Strinic, 11 Maggio, 18 Regini, 21 Chiriches, 6 Valdifiori, 88 Grassi, 93 Chalobah, 77 El Kaddouri, 23 Gabbiadini). All.: Sarri 6.

Arbitro: Orsato di Schio 6.

(Sebastiano Catte, com.unica 25 aprile 2016)

Share This: