“Hanno lasciato l’Unione Sovietica, ora è tempo che tornino”. Vladimir Putin invita in Russia le famiglie ebraiche, come riporta l’inserto de La Repubblica ‘il Venerdì’, che stanno lasciando i loro paesi d’origine per via dell’antisemitismo.

Putin è così intervenuto durante un colloquio con il presidente dello “European Jewish Congress”, Moshe Kantor, che aveva definito quella degli ebrei d’Europa “la peggiore situazione dalla fine della Seconda Guerra Mondiale”.

(com.unica, 5 febbraio 2016)

Share This: