La Costituzione della Repubblica Italiana compie oggi 70 anni. Fu infatti promulgata il 27 dicembre 1947 dal Capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola. Per celebrare quest’importante ricorrenza, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca distribuirà in tutte le scuole il testo della Costituzione dopo la pausa natalizia. E già a partire dall’8 gennaio saranno avviati momenti di studio e approfondimento.

“La Costituzione è un testo fondamentale che dobbiamo far conoscere approfonditamente a tutte le ragazze e a tutti i ragazzi”, commenta il Ministro Valeria Fedeli. “Invieremo la Costituzione nelle scuole – conferma Fedeli – non solo affinché sia riletta, ma per fare in modo che diventi parte di un percorso di studio e confronto che consenta alle nostre giovani e ai nostri giovani di capire come è nata, attraverso quale dibattito. Vogliamo che le nuove generazioni riscoprano e approfondiscano i valori fondanti di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale che la Costituzione esprime. Abbiamo pensato a una serie di iniziative che non saranno solo culturali, ma saranno momenti di acquisizione di quelle competenze che sono necessarie per una cittadinanza consapevole, che si fondi sulla conoscenza e sul rispetto delle norme che stanno alla base del nostro vivere comune. Dobbiamo dare alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi gli strumenti che servono per partecipare in modo efficace e costruttivo alla vita sociale. Lo faremo attraverso una serie di percorsi specifici, a partire da quello che lanceremo, l’8 gennaio prossimo, insieme al Presidente della Corte costituzionale Paolo Grossi. Al contempo stiamo lavorando al rafforzamento dello studio dell’insegnamento trasversale Cittadinanza e Costituzione, che da quest’anno sarà maggiormente valorizzato anche nell’ambito del nuovo Esame finale del I ciclo”.

Oltre alla distribuzione del testo in tutte le scuole, sono previsti eventi e iniziative. Lunedì 8 gennaio, a partire dalle ore 10.30, presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale “Emilio Sereni” di Roma, il Presidente della Corte costituzionale, Paolo Grossi, e il Ministro Fedeli firmeranno una Carta d’intenti che darà il via al progetto “Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle scuole”. Il progetto prevede un ciclo di incontri tra i giudici della Corte costituzionale e le giovani e i giovani che frequentano gli Istituti scolastici italiani. Durante gli incontri potranno essere approfonditi temi quali la genesi, la composizione e il funzionamento della Corte costituzionale, le sue attività, illustrate attraverso le sentenze che hanno maggiormente inciso sulla vita delle persone. Si potrà, inoltre, fare un confronto con le Corti costituzionali europee. Obiettivo del progetto – sottolinea il Miur – è accrescere nelle nuove generazioni, protagoniste del futuro, la consapevolezza e la condivisione dei valori di cittadinanza, di legalità e di democrazia nonché la conoscenza del ruolo svolto dalla Corte costituzionale a garanzia dei diritti e delle libertà fondamentali.

Nel corso dell’iniziativa dell’8 gennaio verrà poi presentato il concorso nazionale “La Costituzione dei ragazzi”, rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado, che si propone di offrire alle studentesse e agli studenti un’occasione di riflessione e confronto sulla nascita della Repubblica e sull’importanza assunta dalla Carta costituzionale nella crescita di un’Italia democratica.
Il 9 gennaio prossimo i 70 anni della Costituzione saranno poi festeggiati al Senato della Repubblica con trecento studentesse e studenti alla presenza del Presidente Pietro Grasso, del Ministro Fedeli e del Ministro Padoan. Ci sarà anche un collegamento con uno degli Istituti in cui, durante la giornata del 9, verrà distribuita la Costituzione.

I temi e i valori della Costituzione sono poi al centro del Piano Nazionale per l’Educazione al Rispetto, presentato dal MIUR il 27 ottobre scorso per promuovere nelle scuole azioni educative di cittadinanza attiva e globale, ribadendo con forza, a partire proprio dall’articolo 3 della nostra Costituzione, che tutte le cittadine e tutti i cittadini, tutte le studentesse e tutti gli studenti, sono eguali e hanno pari dignità sociale, senza distinzione.

Il Piano viene promosso attraverso la campagna di comunicazione #Rispettaledifferenze. Il Ministero, l’Associazione Articolo 21, l’Associazione Italiana Costituzionalisti, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, in collaborazione con la RAI, sono poi i promotori di un concorso sulla libertà d’informazione e sull’articolo 21 della Costituzione che vedrà impegnati, nel corso di questo anno scolastico, le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie di II grado. 

Share This: