[ACCADDE OGGI]

Sedici anni fa, il 14 gennaio 2000, moriva a Roma all’età di 84 anni Giusi Raspani Dandolo: una vita dedicata al teatro, al cinema e a prestare la sua bella voce a grandi interpreti del cinema hollywoodiano. Pugliese di origine, figlia di un magistrato, scappò da casa per amore del teatro e, prima che le arrivasse il successo, si arrangiò per vivere vendendo il suo corredo da sposa e nutrendosi di pane e mortadella. Ma aveva ragione: la sua arte sprizzava da tutti i pori e ben presto fu notata dai grandi dell’epoca, da Laura Adani a Sergio Tofano, da Gino Cervi a Andreina Pagnani a Emma Gramatica.

La sua versatilità, dal drammatico al brillante la portò a lavorare in molte riviste di Garinei e Giovannini e insieme a Macario. Ma più di ogni altro il suo ruolo di grande interprete drammatica dalla voce rotta dalle diverse tonalità fu valorizzata da Mario Scaccia che appresa la morte di Giusi Raspani Dandolo dirà: “La più grande attrice con la quale abbia lavorato. La più straordinaria, per doti artistiche e umanità . Ricordo le sue doti vocali, con una gamma di suoni, dal più acuto al più profondo.”

Il grande pubblico conserva un caro ricordo di questa grande attrice italiana per le decine di pellicole girate nel ruolo di attrice brillante e per essere stata in televisione la compagna brontolona ma fedele di Gino Cervi nel “Commissario Maigret”.

(Franco Seccia/com.unica, 14 gennaio 2017)

Share This: