Assessore uscente alle scuole, 48 anni, Ruth Dureghello è il nuovo presidente della Comunità ebraica romana, prima donna nella storia chiamata a ricoprire questo incarico. Leader della lista “Per Israele”, Dureghello si candida a guidare un governo unitario sostenuto anche dalle altre formazioni protagoniste al voto (in ordine di preferenze ottenute nell’urna “Israele siamo noi”, guidata da Fiamma Nirenstein; “Menorah”, guidata da Maurizio Tagliacozzo; “Binah”, guidata da Claudia Fellus).

Ad aprire la riunione del nuovo Consiglio comunitario che l’ha designata (con larghissimo consenso) alla presidenza un applaudito appello all’unità formulato dal rabbino capo Riccardo Di Segni. “Voglio dire una cosa con chiarezza: è arrivato il momento di mettere da parte ogni rivalità e di lavorare insieme per il bene della Comunità” le prime parole pronunciate da Dureghello.

(com.unica, 24 giugno 2015)

Share This: