Sono quattromila i ricercatori e docenti affiliati alla fondazione ISSNAF (Italian Scientists and Scholars of North America Foundation), che il 7 e 8 novembre 2017 celebra il suo evento annuale all’Ambasciata italiana di Washington, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  Fra di loro la biologa Rita Rossi Colwell, che riceverà l’ISSNAF Life Achievement Award. Distinguished University Professor alla University of Maryland, già direttore della National Science Foundation dal 1998 al 2004 e fra i membri fondatori di ISSNAF, Colwell è considerata una delle fondatrici della ricerca per lo sviluppo delle biotecnologie marine e ha legato il suo nome alle scoperte sulla sopravvivenza del vibrione del colera che hanno portato a importanti risultati sul fronte della prevenzione delle epidemie.

Al centro dell’evento saranno poi le premiazioni degli ISSNAF Awards. I 16 finalisti, ricercatori italiani under 40 selezionati tramite un bando, presenteranno a una giuria i loro progetti di ricerca in 5 campi: leucemie; scienze ambientali, astrofisica e chimica; medicina, bioscienze e scienze cognitive; ingegneria; matematica e fisica. Saranno premiati i 5 migliori elaborati.  Tra le proposte presentate si trovano idee e soluzioni che vanno dall’intelligenza artificiale nei robot usati nelle missioni spaziali alle nuove cure per tumori e leucemie, dalla chimica che tramuta lo smog in sostanze utili per l’uomo alla percezione dell’olfatto da parte del cervello, fino ad ambiti di ricerca pura come la geometria algebrica.

Il tema: il ruolo della scienza nella nuova rivoluzione industriale
“Science & the New Industrial Revolution: Industry 4.0” è il focus tematico di questa edizione dello ISSNAF Annual Event. Esponenti del mondo della scienza, dell’impresa e delle agenzie federali degli Stati Uniti si confronteranno sull’impatto che intelligenza artificiale e Internet of Things applicati ai processi produttivi stanno avendo sulla scienza, sul mondo accademico e sulle nostre vite quotidiane.

ISSNAF Annual Event 2017 a Washington: il programma
L’appuntamento è all’Ambasciata Italiana a Washington DC. Martedì 7 novembre alle 14.15 si comincia con i saluti dell’ambasciatore Armando Varricchio e del presidente di ISSNAF Vito M. Campese e con un messaggio del ministro dell’Istruzione dell’università e della ricerca Valeria Fedeli, seguiti dall’introduzione di Monica Veronesi, executive director ISSNAF. Il primo panel “All’incrocio fra scienza, manifattura e industrie”, moderato da Mario Platero de Il Sole 24 Ore, avrà per protagonisti Steve Buckley, Senior Technical Fellow di FCA, Luigi Staccoli, EVP Digital di Pirelli & C., e Jeff Campbell, vice presidente degli affari di governo e capo dell’ufficio di Washington di Cisco. Seguirà una tavola rotonda con dibattito. 

Alle 16.30 il secondo panel, che verte su “Internet of Things e Università 4.0”, condotto dalla giornalista e autrice Maria Teresa Cometto con Joseph Szustakowski, direttore esecutivo della bioinformatica translazionale di Bristol-Myers Squibb, Fabrizio Renzi, direttore della tecnologia e innovazione di IBM Italia e Raffaella I. Rumiati, vice presidente dell’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca). A seguire tavola rotonda e dibattito. 
Alle 17.45 terrà un Key Note speech Alessandro Curioni, vice presidente di IBM Europe e direttore del laboratorio di ricerca IBM di Zurigo. La giornata si conclude con la cerimonia di consegna dell’ISSNAF Life Achievement Award a Rita Rossi Colwell, che sarà introdotta da Chiara Gabbi, University of Houston e membro del Board of Trustees di ISSNAF. 
La giornata di mercoledì 8 novembre è dedicata agli ISSNAF Awards. Dalle 8.30 Vito M. Campese e Fulvia Astolfi, Rome Managing Partner di Hogan Lovells, presenteranno i premi. 
Poi la parola passerà ai 16 finalisti dei 5 premi: Paola Campese Award for Research on Leukemia, ISSNAF Young Investigator Award – Environmental Sciences, Astrophysics and Chemistry, Hogan Lovells Award for Medicine, Biosciences and Cognitive Science, Annamaria Molteni Award for Mathematics and Physics, Franco Strazzabosco Award for Young Engineers. I finalisti presenteranno i loro progetti di ricerca alle giurie.
Alle 12.30 sarà presentato l’hackaton “VisioneT – A new concept of internet for silver aging”. Tocca infine alla Cerimonia di premiazione, guidata dall’ambasciatore Armando Varricchio. 
Fondata nel 2008 sotto gli auspici dell’Ambasciata Italiana negli Stati Uniti su iniziativa di 36 noti scienziati ed accademici, tra cui 4 Premi Nobel, ISSNAF (Italian Scientists and Scholars of North America Foundation) è un’organizzazione no-profit, la cui missione è quella di promuovere la cooperazione in ambito scientifico, accademico e tecnologico tra ricercatori e studiosi italiani che operano in Nord America ed il mondo della ricerca in Italia. 

(aise, 31 ottobre 2017)

Share This: