Cinquina dell’Atalanta a Marassi. Prima vittoria esterna del Crotone con il Chievo e Zeman ferma il Milan. Belotti sempre in gol e la Lazio sono le belle sorprese di questo Campionato.

Non se ne può più di questo calcio spezzatino, con un Campionato snaturato per esigenze televisive. Anche l’assemblare le cronache delle partite diventa una grande impresa, pure inutile. Andiamo agli anticipi di ieri: la Lazio espugna il Mapei Stadium di Reggio Emilia (2-1) confermando il momento di forma che l’aveva contraddistinta prima della pausa per le nazionali. La squadra di Inzaghi rimonta il gol di Berardi su calcio di rigore grazie ad Immobile che firma la cinquantesima rete in campionato e all’autogol di Consigli e resta imbattuta da otto gare di fila. Buon segnale per la Lazio in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Roma in programma martedì prossimo.

La Roma vince, con una doppietta di Dzeko, per 2-0 sull’Empoli con la squadra toscana che non ha nulla da recriminare, avendo dato tutto ciò che poteva. Ora per i giallorossi il derby in coppa Italia di martedì.

Gol e spettacolo nel lunch match tra Torino e Udinese. Dopo un primo tempo senza gol ma ricco di occasioni, la ripresa regala ben 4 reti. Prima l’Udinese si porta sul doppio vantaggio con Janktoe Perica, poi i granata riescono ad agguantare il pareggio con le reti di Moretti– in gol dopo 50 partite – e del solito “Gallo” Belotti. Da segnalare i tre pali colpiti dagli uomini di Mihajlovic. Con questo pareggio, il Torino sale a quota 41; i friuliani, invece, toccano quota 37.

Il Crotone batte in trasferta il Chievo (2-1) e guadagna tre punti preziosi per la salvezza. La squadra di Nicola sfrutta anche la contemporanea sconfitta del Palermo per mettersi nella scia dei siciliani, a cinque lunghezze di distanza. La permanenza in Serie A adesso non è più un miraggio.

Alla Fiorentina basta un gol di Babacar per superare il Bologna e salire a quota 51 punti in classifica, tre in meno del Milan. Al Franchi, nella 30.ma giornata di Serie A, la squadra di Paulo Sousa vince 1-0 grazie a un colpo di testa del centravanti senegalese, a segno al 51′ su assist da sinistra di Milic. Gli emiliani, in difficoltà, non si rendono quasi mai pericolosi e restano fermi a 34 punti. Nella 30a giornata di Serie A, l’Atalanta batte 5-0 il Genoa a Marassi e continua a sognare l’Europa. Tutto facile per gli uomini di Gasperini, il grande ex accolto con affetto dai tifosi genoani. Gara sbloccata dal 25′ da una splendida rovesciata di Conti. Poi Burdisso stende Petagna in area eGomez fa 2-0 su rigore. Il Papu cala il tris a porta vuota al 63′, poi Caldara fa poker al 76′ e Gomez cala la tripletta all’83’. Grifone contestato.

In una gara fondamentale per la lotta salvezza, il Palermo viene sconfitto in casa 1-3 dal Cagliari. Rosanero in vantaggio al 26′ con una deviazione di ginocchio di Gonzalez ma nella ripresa i sardi ribaltano il risultato nel giro di nove minuti. Pareggia al 3′ Ionita di testa e al 13′ è Borriello a risolvere una mischia in area siglando il vantaggio. Al 44′ è ancora Ionita a chiudere definitivamente il match condannando i rosanero al penultimo posto.

Pescara-Milan 1-1. Ha fatto tutto il Milan. Al 12′ l’autorete di Paletta, retropassaggio e clamoroso liscio di piede di Donnarumma. Il pareggio di Pasalic al 41′, per chiudere i conti su questo pareggio che non serve. Non al Milan, che si allontana dalla zona Europa League. Non al Pescara, a parte la gioia di aver fermato il Milan, per una scossa alla quasi impossibile salvezza. Nel finale, un palo di Romagnoli.

L’attesa sfida tra Napoli e Juventus può tutta racchiudersi nei fischietti regalati ai tifosi napoletani per dileggiare il “traditore” Higuain e in un super allenamento, in vista del Barca, della difesa juventina. Bianconeri avanti al 7′ col bel gol di Khedira, poi reazione azzurra e nella ripresa pari di Hamsik e palo clamoroso di Mertens. Allegri rimane a +6 sulla Roma. Contenti i tifosi azzurri per la bella prova della loro squadra e contenti i tifosi bianconeri per il sesto scudetto consecutivo.Più di 200 Paesi nel mondo collegati con il San Paolo hanno assistito alla sfida in terra campana che ha segnato il ritorno di Gonzalo Higuain al San Paolo. Il numero 9 non ha avuto occasioni, è stato lasciato troppo solo in avanti e non è riuscito a imporsi chiuso da Albiol e Koulibaly. Il Napoli può recriminare per aver avuto in mano il pallino del gioco ma per non essere riuscito a sfruttare il possesso palla. Positive le prove di Chiellini e Khedira per la Juventus, di Hamsik e Insigne per il Napoli.

Risultati della 30/ma giornata

  • Sassuolo-Lazio 1-2
  • Roma-Empoli 2-0
  • Chievo-Crotone 1-2
  • Fiorentino-Bologna 1-0
  • Genoa-Atalanta 0-5
  • Palermo-Cagliari 1-3
  • Pescara-Milan 1-1
  • Napoli-Juventus 1-1
  • Torino-Udinese 2-2
  • Inter-Sampdoria lunedì

CLASSIFICA

(Francesco Buono/com.unica, 2 aprile 2017)

Share This: