Real Madrid-Napoli: 3-1. Il capolavoro di Insigne illude gli azzurri per 10 minuti, poi i gol di Benzema, Kroos e Casemiro. Il ritorno al San Paolo il 7 marzo. A Monaco goleada del Bayern all’Arsenal (5-1). A segno Robben, Sanchez, Lewandowski, doppietta di Alcantara e Muller.

Nello stadio della capitale spagnola oltre 10mila tifosi partenopei a sostenere la squadra di Maurizio Sarri che passa in vantaggio con un gran gol dell’intraprendente Insigne. I blancos però pareggiano i conti poco dopo con un colpo di testa del centravanti francese Benzema.Nel secondo tempo vanno a segno Kroos e Casemiro ribaltando la situazione e mandando il Napoli a casa a preparare la rivincita del 7 marzo. Troppo più forti i campioni d’Europa, troppo inesperti gli azzurri, che in una ventina di minuti a cavallo tra primo e secondo tempo hanno preso coscienza di tutti i loro limiti.

A Monaco, invece, gran spettacolo e sei gol. L’equilibrio ha resistito per un tempo, poi è emerso tutto il potenziale del Bayern Monaco. Ad un anno e mezzo di distanza dall’ultima volta, la formazione tedesca rifila un’altra pesantissima cinquina all’Arsenal e ipoteca il passaggio ai quarti di finale di Champions League. Dopo il gioiello di Robben all’11°, Alexis Sanchez riacciuffa il risultato ribadendo in porta il rigore parato da Neuer e provocato dall’intervento di Lewandowski su Koscielny. A inizio ripresa, proprio il difensore francese esce per infortunio e in soli 3 minuti il Bayern prende il largo, col fantastico colpo di testa di Lewandowski (15° gol nelle ultime 13 partite casalinghe di Champions) su assist di Lahm e poi con lo splendido assist di tacco del polacco per la rete di Thiago Alcantara. Lo spagnolo firma addirittura la sua doppietta personale al 63° con un destro da fuori deviato, poi nel finale Muller, entrato dalla panchina, chiude i conti.

(com.unica, 15 febbraio 2017)

Share This: