Dopo la seconda di campionato la Juve ha già due punti di vantaggio su Napoli e Roma, tre su Fiorentina e Milan, cinque sull’Inter. Con il minimo sforzo e senza brillare particolarmente alla squadra di Allegri è stato sufficiente un gol di Khedira per aver ragione della Lazio all’Olimpico. Ancora pochi minuti per Higuain e senza Pjanic, c’è da chiedersi dove potranno arrivare i bianconeri quando avranno a disposizione l’organico al completo. Compreso Piaca, che nei pochi minuti in cui è stato in campo ha mostrato anche ieri numeri da autentico fuoriclasse.

La Roma invece ha visto svanire a Cagliari il doppio vantaggio conquistato grazie a un rigore di Perotti nei primi minuti e un gol di Strootman a inizio ripresa. I giallorossi per lunghi tratti della gara hanno dato tuttavia l’impressione di essere rimasti con la testa alla disastrosa gara di Champions contro il Porto e sono stati a lungo in balia di un Cagliari determinato e forte in alcune individualità. Meritato il pareggio dei sardi arrivato a due minuti dalla fine con un gol di testa di Sau, dopo che il solito ex Borriello aveva accorciato le distanze riprendendo una corta respinta di Szczesny su tiro ravvicinato dello stesso Sau.

In testa alla classifica, a fare compagnia ai bianconeri ci sono a sorpresa le due genovesi e il Sassuolo. Il Genoa conferma le ottime potenzialità (soprattutto offensive) mostrate nella partita iniziale e vince in rimonta a Crotone (doppietta di Pavoletti), mentre la Samp si impone a sorpresa sul campo dell’Atalanta. Il Sassuolo pur soffrendo batte in casa la neopromossa Pescara. Tra gli emiliani ancora ottima prestazione di Berardi (poi uscito per infortunio), autore di un gol di pregevole fattura. Da segnalare anche la grande impresa del Torino che strapazza 5-1 il Bologna con una tripletta di Belotti nonostante il secondo rigore sbagliato in due partite. Primi punti per la Fiorentina e per l’Udinese che hanno la meglio rispettivamente di Chievo e Empoli. 

Buio pesto invece in casa interista. Nella partita casalinga, sulla carta facile, contro il Palermo, la squadra De Boer, ancora in stato confusionale, ha mostrato pochi spunti degni di nota e ha conquistato il pareggio in rimonta grazie a un colpo di testa ravvicinato di Icardi.

Nell’anticipo di sabato infine il Napoli ha sconfitto il Milan 4-2 mostrando di poter fare a meno del bomber Higuain. Si presenta bene davanti al San Paolo il nuovo centravanti polacco Milik (autore di una promettente doppietta) e un reparto offensivo già in grado di produrre un gran numero di occasioni da gol. Ancora da registrare invece la difesa, che ha già subito 4 gol in due partite.

risultati

classifica

(Sebastiano Catte, com.unica 29 agosto 2016)

Share This: