L’azzurra Federica Brignone, al secondo successo in carriera, ha vinto a sorpresa il supergigante di Soldeu con il tempo di 57.33. Ha preceduto la statunitense Laurenne Ross e l’austriaca Tamara Tippler. Per la Brignone è il 12.mo podio in carriera: due vittorie, quattro secondi e sei terzi posti oltre all’argento mondiale in gigante a Garmisch 2011.

La gara è stata segnata dalla brutta caduta di Lindsey Vonn, portata in ospedale. Per l’Italia vi sono poi, favorite anche dalle migliori condizioni meteo ad inizio gara, Sofia Goggia 4/a in 57.77, Elena Fanchini 5/a in 57.84 e Johanna Schnarf 6/a in 58.02. Poco piu” indietro Elena Curtoni in 58.32, Francesca Marsaglia in 58.44, Nadia Fanchini in 59.00 e Daniela Merighetti in 59.09.

Si è gareggiato sotto una nevicata sempre più forte, visibilità non perfetta, su un tracciato accorciato per il maltempo in quota e con inizio gara ritardato di tre ore. In classifica generale, nonostante la caduta di oggi, la Vonn resta al comando con 1.215 punti. La sua rivale, la svizzera Lara Gut, è infatti finita dietro le migliori 15 non raccogliendo così punti sufficienti per sorpassare l’americana. Anche la classifica di superG, quando mancano ancora due gare alla fine della stagione, vede sempre al comando Vonn con 420 punti. Domenica sui Pirenei è in programma una combinata alpina.

(com.unica, 27 febbraio 2016)

Share This: