Valorizzare il territorio lombardo “Fabbrica di innovazione” e le storie delle sue eccellenze imprenditoriali nate dall’incontro tra genio creativo e il coraggio di fa impresa. Questi gli obiettivi di “Genio e Impresa”, il progetto che Assolombarda, in collaborazione con Regione Lombardia e il Consiglio regionale della Lombardia, dedica a Leonardo da Vinci, che proprio a Milano ha lasciato gli esiti più alti della sua ricerca.

Il progetto arricchisce il palinsesto di iniziative del Comune di Milano e di Regione Lombardia in occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Leonardo. “Genio e Impresa” celebra con un inedito punti di vista l’archetipo dell’interazione tra Leonardo da Vinci e Ludovico il Moro rintracciando l’eredità di quel sodalizio, che dà origine all’innovazione, in “geni” e imprenditori contemporanei.

“Dai tempi di Leonardo e Ludovico, il legame tra talento e imprenditorialità non ha mai smesso di nutrire la vocazione di Milano e della Lombardia per l’innovazione, che è un tratto distintivo della nostra storia imprenditoriale”, ha dichiarato Carlo Bonomi, Presidente di Assolombarda. “Parliamo di un modello che oggi ritroviamo nel dialogo tra ricercatori, ingegneri, creativi, designer, donne e uomini d’impresa, e che rende la Lombardia unica a livello internazionale. Merito del suo tessuto produttivo diversificato e integrato – fatto di multinazionali estere, imprese grandi, medie, piccole e di startup – e di quel mix di creatività, tradizione scientifica e umanistica che lo caratterizzano. Un ecosistema che investe in ricerca e sviluppo 4,8 miliardi di euro, pari al 21% del totale italiano. La Lombardia concentra il 32% dei brevetti e il 33% degli occupati nei settori avanzati del manifatturiero a livello nazionale, 13 università riconosciute a livello internazionale, il 27% della ricerca scientifica italiana maggiormente citata a livello globale e oltre 15mila nuove startup ad alta intensità di conoscenza”.

LA MOSTRA MULTIMEDIALE
Sono 30 i racconti di impresa rappresentati nella mostra multimediale “Genio e Impresa. Da Leonardo e Ludovico alle grandi storie di innovazione dei nostri giorni”, che apre al pubblico il 9 luglio a Palazzo Lombardia fino al 15 settembre. 
La mostra, a cura di Neo-Narrative Environments Operas (studio di ricerca e progettazione di ambienti narrativi in particolare nell’ambito di esposizioni e musei multimediali), esplora l’innovazione che nasce dall’incontro tra due persone attraverso un allestimento innovativo e totalmente immersivo. In particolare, la relazione che si crea tra “genio”, con competenze tecniche, e imprenditore, con competenze manageriali. 
A cominciare dall’intervista immaginaria a Leonardo e Ludovico, realizzata da Pietro Marani e Paola Cordera, che apre la mostra, e alle storie di innovazione, per esempio, del Gruppo Bracco con Ernst Felder e Fulvio Bracco; Pirelli con Maurizio Boiocchi e Marco Tronchetti Provera; Ferrari Giovanni Industria Casearia con Luciano Piergiovanni e Giovanni Ferrari; STMicroelectronics con Bruno Munari e Benedetto Vigna; Fili Pari con Alice Zantedeschi e Francesca Pievani.
La mostra interpreta, inoltre, il ruolo del territorio lombardo e di Milano, rappresentandolo come “Giardino delle Meraviglie”, che ha sia le giuste caratteristiche per favorire l’innovazione ma anche la capacità di far incontrare i diversi elementi di questo ecosistema attraverso i dati forniti dal Centro Studi di Assolombarda. 
Secondo il Globalization and World Cities Research Network, Milano è 11esima nella classifica delle città globali e nel 2025 sarà ancora tra le top 50 aree globali, nonostante la crescita di città asiatiche e africane (fonte McKinsey). Il capoluogo lombardo è il cuore di un sistema regionale culturale creativo con 350mila addetti e oltre 24 miliardi l’anno di valore aggiunto (1/4 del totale italiano). È crocevia di talenti con 210mila studenti (280mila in Lombardia), di cui 18mila stranieri (23mila in Lombardia) ed è tra le migliori città studentesche (al 36° posto secondo QS Best Student Cities).
La Lombardia, inoltre, concentra, nell’8% del territorio nazionale e nel 17% della popolazione, il 32% dei brevetti e il 33% degli occupati nel manifatturiero avanzato.
A Palazzo Lombardia, sarà anche esposta un’opera di James Rosenquist, uno degli artisti di punta della pop art statunitense, realizzata per illycaffè.

LA CACCIA AL TESORO
A settembre, Milano diventerà palcoscenico di “StraVinci”, in collaborazione con Radio Italia e il sostegno di Intesa San Paolo: la caccia al tesoro cittadina alla scoperta dei luoghi di Leonardo e dei luoghi di impresa, che hanno reso il capoluogo lombardo la città all’avanguardia e innovativa che conosciamo oggi. L’appuntamento, in programma il 13 settembre, prevede come punto di ritrovo e di partenza, ore 18.00, la sede di Assolombarda, via Pantano, 9, e in conclusione una grande festa aperta alla città dove tutti i partecipanti saranno premiati. L’iniziativa, gratuita, comprende 150 tappe, incluse le sedi di alcune aziende del territorio, come la sede di Coca Cola, il Museo Collezione Branca, Rai, il Sole24Ore, Zegna; e luoghi culturali, come per esempio il Castello Sforzesco, il Cenacolo Vinciano, la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli; luoghi naturalistici come il Parco Sempione, ma anche panoramici come, per esempio, il Grattacielo Pirelli.

Le iscrizioni saranno aperte a partire dal 16 luglio al sito: https://stravinci.com.

com.unica, 7 luglio 2019

Share This: