Asalha Puja Day, chiamato anche Dhamma Day, è un importante giorno sacro per i buddisti Theravada. Questa festa religiosa si celebra nell’ottavo mese lunare secondo il vecchio calendario indiano, il giorno della luna piena. È pensato per celebrare i primi insegnamenti dal Buddha. Nel 2016 si celebra il 20 luglio. La storia di Asalha Puja iniziò più di 2.500 anni fa, quando il Buddha intraprese il suo percorso come un grande maestro. Dal momento che la Quaresima buddista iniziava nell’ottavo mese lunare, gli uomini santi trascorrevano tre mesi, da luglio a ottobre, in quello che è stato chiamato il “ritiro della pioggia” poiché cadeva nella stagione dei monsoni: non avrebbero viaggiato se non per motivi di assoluta necessità e avrebbero alloggiato in una dimora permanente insieme. In questo periodo è possibile essere ordinati monaci. Pare che il figlio di Buddha, Rahula, sia nato in questo periodo, nel mese di Asalha, quando il principe Siddharta Gautama prese la decisione di rinunciare ai piaceri mondani per andare alla ricerca dell’illuminazione spirituale. Alla data originaria, il Buddha diede il suo primo sermone ai cinque discepoli mentre si trovavano a Benares. Questo episodio segnò quindi la prima data per il culto delle Gemme Triple, che consisteva nel prendere rifugio in Buddha, il maestro, nel Dhamma, il suo insegnamento e nel Sangha, la comunità. Questo sermone è noto anche come il Sermone per impostare la Ruota del Dhamma . La ruota è composta da quattro nobili verità: la Verità della sofferenza, la Verità dell’origine della sofferenza, la Verità della Estinzione della sofferenza, la Verità del Sentiero che conduce alla estinzione della sofferenza.

Asalha Puja Day è anche conosciuto come il giorno in cui Buddha ha scelto il suo primo discepolo, Kondanna; che è anche il primo monaco buddista ordinato da Buddha. Sarebbe stato il primo di molti uomini a unirsi a una comunità buddista. Questa festività è conosciuta anche come la Cerimonia delle Candele, una cerimonia che si fa di sera, all’ora di cena, quando ogni credente porterà con se una candela accesa facendo per tre volte il giro del tempio, e molte famiglie terranno accesa all’esterno delle case una candela. Alcuni tradizioni prevedono che i monaci buddisti durante l’Asalha Puja recitino gli otto precetti, cantino il sermone Dhamma Cakka Sutta o la messa in moto della Ruota della Verità, e meditino, portando una candela in processione intorno al loro tempio tre volte. Inoltre i membri della comunità porteranno in offerta al tempio fiori di loto e bastoncini di incenso. Questa celebrazione religiosa è uno dei giorni più amati e santi dell’anno per le persone di fede buddista.

Il Sermone della Ruota del Dhamma presenta in poche, brevi e concise frasi l’essenza profonda di quel notevolissimo sistema di pensiero che così tanta influenza ha avuto nella storia dell’umanità. Uno schema di salvezza tanto efficace non era mai stato presentato in maniera così semplice, libera da ogni riferimento soprannaturale, indipendente da qualsiasi fede in un’anima o in un Dio superiore e dalla speranza in una vita futura. Esso costituì un punto di svolta fondamentale nella storia religiosa degli esseri umani.

(Nadia Loreti/com.unica 19 luglio 2016)

Share This: