Il vertice Nato organizzato a Londra in occasione dei 70 anni dell’alleanza Atlantica è iniziato tra le tensioni e oggi avrà il suo momento clou con la riunione del Consiglio atlantico. Ieri il presidente francese Emmanuel Macron ha incontrato il presidente americano Donald Trump in una giornata caratterizzata dagli attacchi a distanza tra i due (Guardian).

Trump ha definito offensive le parole di Macron, che aveva parlato di “morte cerebrale” dell’Alleanza atlantica. “Questa Nato non è seria se deve parlare solo di quanto paga ciascuno e non di questioni strategiche”, ha detto il presidente francese prima di incontrare quello americano. Macron, comunque, si è detto fiducioso di poter risolvere la situazione del commercio dopo la minaccia di introdurre dazi sui beni francesi in ritorsione alla digita tax delle big tech americane. Trump, intanto, ha attaccato la Germania perché il suo contributo alla Nato sarebbe troppo basso (Bbc).

La Turchia ha annunciato che bloccherà i piani Nato per la difesa di Polonia e Paesi Baltici se gli alleati non riconosceranno come terroriste le milizie curdo-siriane Ypg. La Russia, invece, è pronta a cooperare con la Nato, anche se considera la sua espansione “vicino ai confini russi una delle potenziali minacce al Paese”, ha detto il presidente russo Vladimir Putin (Reuters).

Trump ha detto che potrebbe aspettare fino a dopo le elezioni presidenziali americane nel novembre 2020 prima di siglare un accordo commerciale con la Cina. Il fondatore di Huawei Ren Zhengfei ha annunciato che sposterà il centro di ricerca e sviluppo fuori dagli Stati Uniti per ricollocarlo in Canada per evitare le sanzioni imposte dal governo Trump. L’azienda sta pensando di costruire nuove fabbriche in Europa per produrre ciò che serve al 5G (Time).

com.unica, 4 dicembre 2019

Share This: