Il premier Giuseppe Conte si è recato al Quirinale per riferire sull’ex Ilva. Poi, in un incontro con sindacati e enti locali pugliesi a Palazzo Chigi, ha assicurato che in caso di disimpegno di Arcelor Mittal il primo passo sarà il commissariamento al Mise (Il Sole 24 Ore). Conte non esclude nemmeno l’ipotesi di nazionalizzazione (ne parla anche il ministro della Salute Roberto Speranza intervistato da La Stampa), ma prima vuole un incontro con Mittal per capire perché l’azienda consideri il piano industriale “non sostenibile economicamente” (Repubblica).

Rivolgendosi a tutte le forze politiche, Conte e il ministro dello Sviluppo economico Patuanelli hanno chiesto unità. Ma durante l’intervento di Patuanelli alla Camera i deputati della Lega hanno esposto striscioni con scritto “A casa voi, non gli operai”, gridando “Elezioni!” (Corriere). Per Matteo Renzi, intervistato da Repubblica, il voto anticipato sarebbe “un suicidio di massa”.

Dossier Alitalia. Lufthansa ha dichiarato che si impegnerà a investire in Alitalia solo se questa sarà ristrutturata e in presenza di una newco. Per l’ad della compagnia tedesca, che ha riportato una crescita dell’utile netto di 1,15 miliardi, la scadenza al 21 novembre per la presentazione delle offerte vincolanti “non è realistica” (Repubblica). Oggi è in programma il Cda di Atlantia sui conti, che verterà anche sul dossier Alitalia.

Orizzonte banche. Unicredit chiude i primi 9 mesi del 2019 con un utile pari a 4,3 miliardi. Dopo il collocamento della quota di Unicredit, Leonardo Del Vecchio cresce in Mediobanca a ridosso della soglia del 10%.

com.unica, 8 novembre 2019

Share This: