Lo speaker della Camera bassa del Parlamento britannico, John Bercow, non ha ammesso la seconda proposta avanzata dal governo di tenere il meaningful vote, il voto definitivo sull’accordo su Brexit, proprio quando sembrava che Johnson avesse trovato una maggioranza(Bbc).

Sabato il meaningful vote era stato calendarizzato ma non si era tenuto perché la maggioranza dei parlamentari aveva approvato il cosiddetto “emendamento Letwin”, presentato per fare in modo che il meaningful vote si tenesse dopo il voto sul Withdrawal Agreement, le leggi attuative su Brexit. Bercow ha spiegato che nonostante il voto decisivo non si sia effettivamente tenuto, era stato calendarizzato e sarebbe stata una forzatura verso il Parlamento ripresentare lo stesso voto sull’accordo (Guardian).

Mancano solo 10 giorni al 31 ottobre, data prevista per la Brexit, e il divorzio è di nuovo in bilico mentre i politici britannici discutono sull’opportunità di uscire con un accordo, senza un accordo o tenere un altro referendum (Reuters).

com.unica, 22 ottobre 2019

Share This: