Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli parla di “emergenza umanitaria”, Salvini reagisce con la solita brutalità.

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo d’inchiesta – a carico di ignoti – per sequestro di persona e violenza privata sulla vicenda della Open Arms: un “atto consequenziale” dopo l’esposto dai legali della ong spagnola. La nave resta nelle acque di Lampedusa con 134 migranti a bordo. Sono 13 in tutto quelli fatti sbarcare per motivi sanitari (Corriere). “Bisogna fare presto – avvertono i medici saliti a bordo – in quelle condizioni i migranti stanno andando fuori di testa”. Sarebbero in preda a «pulsioni suicide» sostiene lo psicologo di Emergency Alessandro Dibenedetto. “Ammassati gli uni sugli altri – dice Katia Valeria Di Natale medico dell’organizzazione Cisom – costretti a espletare i loro bisogni nello stesso spazio in cui mangiano”. “ll mondo è testimone di quello che hanno dovuto sopportare le 134 persone che attendono di scendere sul ponte della OpenArms. Solo la mancanza di volontà dei politici che hanno il potere di decidere li separa da un porto sicuro. Nonostante questo quadro e la disponibilità di 6 Paesi europei ad accogliere i migranti non arrivano segnali di apertura” si legge in un tweet di OpenArms.

La Guardia Costiera, in una comunicazione inviata al Viminale, scrive che “non vi sono impedimenti di sorta per l’attracco senza indugio a Lampedusa” e chiede una risposta urgente (Messaggero). “Riaprire porti e mangiatoie? – ribatte a muso duro con la solita brutalità Salvini —. Non nel mio nome. L’unica disumanità è quella di chi favorisce questo business schifoso”. Il ministro prende al balzo la polemica tra il nuovo responsabile del poliambulatorio di Lampedusa e i medici del Cisom che hanno certificato «l’emergenza medica» che, tra ferragosto e ieri, ha portato allo sbarco di 13 migranti. Il Viminale ha anche dato mandato all’Avvocatura dello Stato di presentare il ricorso al Consiglio di Stato contro l’ordinanza del Tar che ha sospeso il divieto d’ingresso nelle acque territoriali italiane per la Open Arms (AdnKronos). 

Il presidente del Parlamento europeo David Sassoli parla di “emergenza umanitaria” e auspica che la nave venga fatta entrare in porto prima possibile (HuffPost). “Oggi la mia segreteria è entrata in contatto con il Comandante della Open Arms che ci ha descritto condizioni al limite del sopportabile. La situazione è diventata drammatica” si legge nella nota del presidente Sassoli. “Le condizioni igieniche a bordo sono ormai precarie ed è necessario consentire immediatamente lo sbarco. Auspico che le autorità italiane capiscano la gravità e l’urgenza umanitaria a bordo della nave consentendo loro di entrare in porto oggi stesso”.

com.unica, 17 agosto 2019

Share This: