Oggi alle 16 si riuniscono i capigruppo al Senato per decidere la data della discussione in aula della mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte presentata dalla Lega.

Se in aula i partiti di opposizione dovessero accettare la linea proposta tra gli altri dal senatore di LeU Pietro Grasso di non votare la mozione per favorire un esecutivo elettorale (Huffington Post), la Lega si troverebbe in minoranza con 58 seggi (76 con quelli di Fdi) contro i 107 del M5S e Conte non sarebbe sfiduciato. Domani si riuniranno i capigruppo della Camera (Corriere).  

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti chiude all’ipotesi di Matteo Renzi di un governo istituzionale che approvi manovra e riduzione dei parlamentari. “Un accordicchio Pd-M5s regalerebbe a Salvini uno spazio immenso – ha detto il segretario dem – Nessuna paura del voto” (HuffPost). “Proposta folle”, è il commento dell’ex ministro Carlo Calenda all’idea di Matteo Renzi (Repubblica). Con Renzi si schiera invece Lorenzo Guerini, che guida i 50 deputati di Base Riformista e che al Corriere spiega la posizione di apertura ai Cinque Stelle con la necessità di fermare la Lega.

Tanto a Palazzo Madama quanto a Montecitorio, numeri alla mano, a fare la differenza sarà Forza Italia: la posizione ufficiale del partito di Berlusconi è per il voto subito con Salvini, ma potrebbero esserci voti discordanti, a partire dal gruppo guidato da Giovanni Toti (Corriere). Intervistato dal Giornale, Salvini chiede a Berlusconi e Meloni di andare “insieme oltre il vecchio centrodestra”.

Il leader della Lega parla di una nuova manovra economica “già pronta” promettendo tasse al 15% e nessun aumento dell’Iva (AdnKronos). Dopo aver detto che in settimana incontrerà gli alleati di centrodestra, ha espresso dubbi anche sul reddito di cittadinanza, uno dei cavalli di battaglia del governo gialloverde, parlando del “sospetto che invece di creare lavoro, incentivi il lavoro nero e addirittura lo tolga”. Matteo Salvini è stato contestato a Catania. Qualche centinaio di manifestanti ha gridato “buffone” e lanciato bottiglie di plastica vuote contro l’auto di Salvini. Ci sono stati anche tafferugli tra i sostenitori e contestatori.

com.unica, 12 agosto 2019

Share This: