100 delle 450 persone soccorse in acque Sar maltesi e poi trasportate a Lampedusa a bordo di una nave della Guardia di finanza italiana e di un pattugliatore inglese della missione Frontex verranno accolte, metà ciascuna, da Francia e Malta. Il risultato del braccio di ferro con l’Ue, annunciato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte con un post su Facebook, arriva dopo le minacce da parte del ministro dell’Interno Matteo Salvini di rimandare i migranti in Libia. Il premier ha annunciato inoltre che chiederà “l’adeguamento immediato” della missione Sophia in relazione al porto di sbarco (La Stampa).

Dietro la lettera con cui l’Italia ha posto l’aut aut ai partner europei, scrive il Corriere, ci sarebbe la mano esperta di meccanismi europei del ministro Enzo Moavero Milanesi e l’occhio vigile del Quirinale. La trattativa ha permesso anche a Conte di uscire dall’ombra dei vicepremier (Repubblica).

La Procura di Trapani ha emesso un decreto di fermo a carico dei due migranti sbarcati due giorni fa dalla nave Diciotti, Bichara Tijani Ibrahim Mirghani e Ibrahim Amid. Sono accusati di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e concorso in favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il numero di migranti che, soprattutto dalla Tripolitania, cerca di attraversare il Mediterraneo verso le coste italiane si è più che dimezzato: dagli oltre 704 mila di febbraio, oggi il numero ufficiososi aggira sulle 200 mila persone (Corriere).

(com.unica, 15 luglio 2018)

Share This: