Stati Uniti e Corea del Nord hanno descritto in modo diametralmente opposto l’esito di un incontro con il segretario di Stato Mike Pompeo. I media di Pyongyang dicono che il regime ha respinto le richieste sulla denuclearizzazione (Nyt).

Alla vigilia della visita del presidente americano nel Regno Unito, un esponente del partito conservatore chiede a Theresa May di avvisare Trump: se continua a delegittimare la Nato, rafforza la Russia (Guardian). Dopo aver convinto i suoi ministri su una “soft Brexit”, May non esclude “diritti speciali” per i cittadini europei dopo l’uscita dall’Unione (Bbc). Ma i diplomatici di Bruxelles sono ancora scettici, nota il Guardian.

Il commercio mondiale è in tilt anche per le fake news di Trump, scrive Paul Krugman (Sole 24 Ore). “Inventarsi storie di sana pianta è una procedura operativa standard per questa gente – sottolinea l’economista. “Stiamo parlando di un’amministrazione che porta via i bambini ai loro genitori e li rinchiude in gabbia per rispondere a un’ondata di crimini violenti da parte di immigrati che in effetti, guarda un po’, non esiste. E la politica commerciale stessa viene decisa sulla base di storie come gli enormi dazi che l’Unione europea (per esempio) impone ai produttori americani: dazi che in realtà, al pari dell’ondata di crimini commessi da immigrati, non esistono.” Intanto la Cina cerca in Europa alleati in chiave anti-americana (Ft).

(com.unica, 8 luglio 2018)

Share This: