Domani si tiene il turno di ballottaggio per eleggere il sindaco in 75 comuni, 14 dei quali capoluogo di provincia (Sondrio, Imperia, Massa, Siena, Pisa, Ancona, Viterbo, Brindisi, Teramo, Siracusa, Messina, Ragusa, Avellino e Terni). La sfida sarà per lo più tra centrodestra e centrosinistra. Il M5S concorre solo in tre capoluoghi (Tgcom24).

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio, al congresso nazionale della Uil, ha spiegato che per avere il reddito di cittadinanza si dovrà lavorare otto ore alla settimana a fini sociali (Corriere). Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha però ricordato che nel 2018 saranno possibili solo interventi a costo zero. Flat Tax, reddito di cittadinanza e addio alla Fornero arriveranno, semmai, dopo scrive Il Sole 24 Ore.

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha definito “inutili, se non dannosi” i dieci vaccini obbligatori introdotti dal decreto Lorenzin e ha detto che bisogna rispettare l’impegno elettorale e far sì che “tutti i bambini vadano a scuola”. La ministra della Salute, Giulia Grillo, ha replicato che il tema è di sua competenza e che la politica può discutere solo sull’obbligo e non sul valore sanitario dei vaccini. L’immunologo Roberto Burioni ha attaccato Salvini: “Bugia pericolosissima” (Repubblica). Molto duro anche il commento della senatrice a vita e farmacologa Elena Cattaneo: “Il ministro dell’Interno parla di cose di cui non ha competenza, assumendosi una responsabilità enorme e facendo campagna elettorale sulla salute dei bambini. Abolire l’obbligo è irresponsabile”. 

Gli elettori che si allontanano dal M5s nei sondaggi (-3%) passano all’astensione o alla Lega: non pesa l’inchiesta sul caso Roma, scrive Nando Pagnoncelli sul Corriere.

(com.unica, 23 giugno 2018)

Share This: