È cominciato con una stretta di mano storica lunga 13 secondi e l’augurio da parte americana che sia l’inizio di “un’ottima relazione” il vertice tra Kim Jong-un e Donald Trump (che si è detto addirittura “onorato”) nel Capella hotel sull’isola di Sentosa, a Singapore (New York Times).

Il primo faccia a faccia tra un presidente statunitense in carica e un leader nordcoreano è ora in corso a porte chiuse, alla sola presenza degli interpreti. L’obiettivo è stabilire un rapporto, prima che si uniscano al tavolo i rispettivi staff (tra cui il segretario di Stato Usa Mike Pompeo, il consigliere alla Sicurezza John Bolton e il Capo dello staff alla Casa Bianca John F. Kelly) per una trattativa tecnica sulla denuclearizzazione (Washington Post). Difficilmente si arriverà a un accordo già oggi, anche se Trump ha anticipato che tornerà negli Usa stasera.

(com.unica, 12 giugno 2018)

Share This: