Il Presidente della Repubblica sta valutando la proposta di Luigi Di Maio e Matteo Salvini di un governo guidato da Giuseppe Conte. I dubbi sarebbero legati alla sua autonomia politica e alla delicata situazione dei conti pubblici. Lo stesso premier designato dice al Corriere di aver chiesto garanzie: “Occorre un determinato grado di autonomia per guidare in modo serio un esecutivo”. Oggi Sergio Mattarella incontrerà il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e quello della Camera, Roberto Fico (HuffPost). Come si sa il Presidente (Repubblica) potrebbe avere il potere di veto in base all’articolo 92 della Costituzione e quindi non accettare un premier nel caso fosse frutto di una mediazione al ribasso ed eventualmente “eterodiretta” dai leader politici. 

Sia Di Maio che Salvini hanno assicurato che il loro sarà un governo politico ma sulla squadra che dovrà essere proposta al Colle dal presidente del Consiglio si continua a discutere: tra i nuovi nomi ci sono il direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, ed Enzo Moavero Milanesi, grande esperto di rapporti con l’Unione europea (Corriere). La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, avrebbe detto a Salvini che il suo partito rifiuta la proposta di sostenere il governo Lega-M5S (AdnKronos). E Silvio Berlusconi prepara una riunione di opposizione (Il Foglio).

Intanto l’indicatore sorvegliato speciale sfiora i 190 punti base e raggiunge i massimi da giugno 2017. A pesare è un report dell’agenzia di rating Fitch, secondo cui il contratto di governo alla base di un esecutivo Lega-M5S “è incoerente con l’obiettivo affermato di ridurre il debito pubblico” (Il Sole 24 Ore). Oggi l’Istat pubblicherà i dati sulle prospettive economiche per l’Italia nel 2018. Ci sono poi i commenti allarmati della stampa internazionale e degli esponenti politici europei. Il leader dei Popolari europei, Manfred Weber, rivolgendosi a M5S e Lega ha detto: “State giocando con il fuoco”. Pronta risposta di Slavini: “Pensi alla Germania” (Il Fatto Quotidiano). Il Ft sottolinea che l’Italia si sta affidando ad un “principiante ” della politica. Secondo Bloomberg Conte rischia di essere una marionetta nelle mani di due partiti rivali. Dopotutto questo sarebbe il quinto premier consecutivo che non esce dalle urne, ricorda El País.

(com.unica, 22 maggio 2018)

Share This: