“Chiedo il vostro perdono, non vi è dubbio che moralmente sono colpevole. Se sono colpevole anche penalmente spetta a voi deciderlo”. Così ha detto Oskar Groening, oggi 93enne, processato a Lueneburg, nella Germania settentrionale, con l’accusa di complicità nello sterminio di 300mila persone. Leggi tutto