Tutto pronto per l’evento organizzato al Teatro delle Arti il 12 maggio a Salerno

Sabato 12 maggio, con inizio alle ore 9.30, prenderà il via la V edizione del “MADSS (Medicina, Arte, Danza, Spettacolo, Scienza), la danza incontra la medicina riabilitativa”: evento che coniuga le discipline artistiche con la scienza, nel corso del quale spettacolo e cultura sono fusi in una giornata di studi che regalerà anche momenti di emozione. Il Convegno è accreditato dal Ministero della Salute Agenas e rilascia 10 crediti formativi ECM per tutte le professioni sanitarie; MADSS gode anche del patrocinio dell’Università di Medicina Federico II, Università degli studi di Palermo, Facoltà di Medicina, Università degli Studi di Spalato, Facoltà di Kinesiologia.

Le organizzatrici, Annamaria Salzano e Fabiana Camuso, insieme ai Direttori artistici Amalia Salzano e Pina Testa, hanno scelto come location il palcoscenico del Teatro delle Arti di Salerno, per dare continuità alla formula “vincente” dell’alternanza tra le relazioni scientifiche specialistiche sulla riabilitazione dei danzatori e le performances degli artisti ospiti.

Ad aprire il Convegno, la Lectio Magistralis sulle patologie della colonna dei danzatori a cura del Professor Foad Aodi, Medico legittimato in Fisiatria, Ortopedia, Traumatologia e Mesoterapia antalgica, Fondatore e presidente dell’AMSI (Associazione Medici di origine Straniera in Italia), delle Co-mai (Comunità del Mondo Arabo in Italia), e del Movimento Internazionale “Uniti per Unire”. Tra i vari argomenti affrontati nel corso del Convegno: la presentazione, in equipe multidisciplinare, di uno studio pilota sull’Anterizzazione posturale dei danzatori, con un attento focus sulla causa di questa distonia posturale, l’effetto sulla tecnica di danza e la proposta terapeutica con le conclusioni dello studio effettuato su 14 danzatori selezionati in varie scuole di danza del territorio. Seguirà l’analisi dell’atletica nella danza, le patologie legate al piede del danzatore con relative proposte terapeutiche e il metabolismo del danzatore.

Al termine della fase convegnistica, alle ore 15.00, prenderà il via sul palcoscenico un interessante incontro-dibattito cui parteciperanno i relatori scientifici e Maria Luisa Buzzi, Direttore di Danza&Danza, Laura Comi, Direttore del Teatro dell’Opera di Roma, Giuseppe Picone, Etoile Internazionale e Direttore del Corpo di Ballo del Teatro San Carlo, Daniele Cipriani, fondatore della Daniele Cipriani Entertainment, Pina Testa, Etoile nazionale e Direttrice del Professional Ballet e Gabriella Stazio, Coreografa e Direttore Artistico di Movimento Danza. In conclusione, Gran Galà, con consegna dei Premi Madss per la carriera nella danza e nel teatro, per la critica giornalistica e per i giovani talenti.

“La danza è per eccellenza “l’arte della postura”, ma é importante che i professionisti della Sanità guidino i danzatori al “buon uso” della colonna, alla prevenzione, al rispetto del riposo e al recupero tra gli allenamenti e gli spettacoli. L’innovazione e l’aggiornamento continuo nella branca della riabilitazione, inclusa la collaborazione continua tra medici e fisioterapisti, ha ridotto drasticamente la percentuale dei pazienti che ricorrono all’intervento chirurgico. Riveliamo con soddisfazione che quasi l’85% delle ernie al disco non si operano più…”: dichiara Aodi come anticipo di un protocollo che illustrerà nel Convegno per il trattamento delle patologiche vertebrali e articolari con metodologie alternative che applica da oltre 25 anni.

(com.unica, 10 maggio 2018)

Share This: