La mostra, organizzata da Artepozzo Energie d’Arte Contemporanea, si terrà in un luogo magico da sempre crocevia di scultori, pittori ed amanti dell’arte.

Sarà inaugurata oggi 5 maggio alle ore 17, all’interno del suggestivo Campanile del Duomo di Pietrasanta, in Versilia, la mostra “Oltre – Perdersi nell’arte”, organizzata da Artepozzo Energie d’Arte Contemporanea. Il vernissage prevede la presentazione del critico d’arte e giornalista Lodovico Gierut. La mostra, che sarà possibile visitare fino al 31 maggio, si svolgerà sia all’interno del campanile sia all’esterno, sulla piazza del Duomo. Quella stessa piazza che in passato ha visto alternarsi con le loro opere artisti di primissimo piano provenienti da tutto il mondo, del calibro di Botero, Dalì, Barni, Mitoray e Carta, solo per citare qualche nome.

Il campanile del Duomo di San Martino, alto circa 36 metri, è una struttura in mattoni che fiancheggia la Collegiata. Il progetto originario prevedeva un rivestimento in marmo, mai completato. Il manufatto architettonico è stato realizzato nel periodo in cui Michelangelo Buonarroti soggiornò a Pietrasanta, tra il 1516 e il 1519, subito dopo aver lavorato alla Cappella Sistina. Per questo motivo si è ipotizzato, anche in studi recenti, che sia stato lo stesso Michelangelo a costruire la torre che domina la piazza. Quest’anno sono in corso le celebrazioni e le grandi mostre proprio per celebrare i 500 anni di Michelangelo in Versilia.

Anche per questi richiami storici ricchi di fascino è facile prevedere che la mostra proposta da Artepozzo possa avere una forte attrattiva per tutti gli appassionati d’arte del territorio e non solo. Un percorso tra segno – colore – emozioni alla ricerca di un dialogo aperto che nasce dall’incontro e dal confronto positivo tra artisti ed estimatori.

L’associazione Artepozzo Energie d’Arte Contemporanea ha sede nella Cascina Pozzo, a Montaldeo trasformata in Casa Museo, inaugurata lo scorso anno grazie anche all’opera di restauro eseguita dall’artista Ezio Giacomo Mulattieri. Qui si possono ammirare le sculture in ferro battuto di Ernesto Nilo Parodi, scultore di fama internazionale e artista a tutto tondo, fondatore dell’associazione Artepozzo e marito della Presidente Angela Maioli Parodi. Dopo la sua morte, avvenuta nel 2010, Angela ha voluto proseguire l’attività dell’associazione con grande entusiasmo e caparbietà, come il marito avrebbe voluto. Con l’intento dichiarato di creare, già a partire da quest’anno, un centro per l’arte contemporanea utilizzando gli ampi interni della sua stessa suggestiva villa del ‘700 e i vasti spazi esterni. Un luogo ideale, “perfettamente funzionale alla crescita professionale del pittore e dello scultore” – ha scritto di recente il critico d’arte Paolo Levi. “Gli artisti per Angela Maioli Parodi sono soprattutto degli amici e, come tali – ha aggiunto – riesce a donare loro la serenità necessaria per chi si dedica alla complessa arte pittorica e plastica.”

L’indiscussa esperienza di Angela nella valorizzazione delle arti creative sul territorio nazionale la porta a creare delle mostre uniche nel suo genere, con la partecipazione di artisti provenienti da ogni angolo d’Italia e persino di respiro internazionale. Come è il caso di ”TRA GENIO&ARTE”, organizzata in collaborazione con la Fondazione Carlo Rambaldi, dedicata proprio al mago degli effetti speciali, tre volte premio Oscar, che avrà luogo nella storica location del Museo – Villa Cambiaso a Savona a partire dal prossimo 9 giugno.

La mostra “Oltre – Perdersi nell’arte” si avvale del patrocinio del Duomo di San Martino e della Regione Toscana. Gli artisti che prenderanno parte a questa importante manifestazione d’arte e, attraverso la loro opera, la valorizzeranno sono: Sergio Gatta, Lorenzo Bersini, Lida Mazzini, Mario Longhi, Luciano Cantoni, Widmer Tassinari, Giacomo Mozzi, Artur Skorupski, Stefka Hristova, Pablo Damian Cristi.

(com.unica 5 maggio 2018)

Per ulteriori informazioni telefonare ad Angela Maioli Parodi: 368200291 o scrivere a: angela@artepozzo.eu. Sito web: www.artepozzo.eu.

Share This: