Dopo i giorni di panico, con le Borse mondiali trascinate in rosso da Wall Street preoccupata dalle previsioni sui dati sull’inflazione negli Stati Uniti, il mercato azionario americano ha registrato di nuovo forti guadagni, proprio dopo la conferma di una crescita dell’inflazione dovuta all’aumento degli stipendi (Wall Street Journal). Facebook, Amazon e Apple sono tra le aziende che hanno guadagnato di più a Wall Street. Il dato dell’inflazione più alta delle attese è stato mitigato da quello che mostra vendite al dettaglio più deboli (New York Times).  

Italia, bene ma non benissimo. L’economia italiana ricomincia a crescere, come non faceva dal 2010, registrando un +1,4% secondo l’Istat (Corriere). Il livello del Pil è però ancora sotto i valori pre-crisi: nonostante la ripresa, il nostro paese è ancora indietro del 5,7%. Lontane le grandi economie dell’area euro (Sole 24 Ore).

(com.unica, 15 febbraio 2018)

Share This: