Il grande Festival internazionale della Magia incanta il pubblico del Teatro Olimpico

Domenica 4 febbraio, al Teatro Olimpico di Roma, è andata in scena l’ultima replica (per quest’anno) di Supermagic 2018 “Miraggi”, l’evento magico più amato e atteso d’Italia, con la regia di Emanuele Merlino. Uno show di straordinario successo, che vanta più di 75 maghi di fama mondiale, applauditi da oltre 170mila spettatori durante le precedenti edizioni, ed infruttuosi tentativi di imitazione. Giunto alla sua 15esima edizione, anche questa volta il celebre festival di magia, ideato e scritto dall’avvocato e valentissimo prestigiatore Remo Pannain, (da sempre direttore artistico della kermesse magica) ha lasciato il pubblico dell’Olimpico incantato e stupito, portando in scena come di consueto i migliori illusionisti del mondo, e affascinando grandi e piccini.

Sul palco per due ore si sono succedute le esibizioni di otto fantastici artisti, che hanno dato davvero il massimo, regalando al pubblico trucchi entusiasmanti, gag divertenti e attimi di pura suspence, per una bella serata all’ insegna della magia e del grande intrattenimento. Ad accompagnare il pubblico in quest’ esperienza tra fantasia e realtà, il grande attore Paolo Perinelli che in turbante e mantello, veste i panni di un insolito viaggiatore. Perinelli conduce abilmente il pubblico in un viaggio attraverso il sogno e l’illusione, introducendo i vari protagonisti della serata con simpatia e professionalità.

Lo spettacolo si apre con una vera star della magia, James Dimmare (Canada) artista dalla classe ineguagliabile, con lo stile di Fred Astaire e il fascino di Frank Sinatra, che interpreta un bellissimo numero di prestidigitazione classica, nel solco della migliore tradizione delle esibizioni di Las Vegas. Momenti di grande emozione con Jay Niemi (Finlandia) che letteralmente rapisce il pubblico, con un bellissimo numero in cui fa comparire dal nulla vari colombi, e alla fine stupisce tutti, facendo comparire dal nulla persino due bellissimi pappagalli che poi finiscono per volteggiare più volte sul pubblico.

Protagonista indiscusso il mago Topas accompagnato dalla sua assistente Roxanne (Germania), che si esibisce in diversi numeri, entusiasmando il pubblico con sparizioni e apparizioni che lasciano il pubblico a bocca aperta. Topas diverte tutti con la sua simpatia e il suo modo di fare piacevolmente accattivante mentre realizza, senza apparentemente nessuno sforzo, piccoli grandi prodigi che scatenano lo spontaneo applauso del pubblico sbalordendolo. Ottima la performance del padrone di casa Remo Pannain, che si esibisce in una sorta di numero di divinazione, riuscendo a prevedere le scelte di alcune persone selezionate a caso dal pubblico. In due parole: numero divertente e stupefacente. Ellie.K e Jeki Yoo (Corea del Sud), due bravissimi e simpatici trasformisti si esibiscono invece in un numero in cui alla velocità della luce cambiano abito interpretando numerosissimi personaggi.

Largo alle risate e momento dedicato soprattutto allo humour e ai bambini con il bravissimo ventriloquo Marc Métral (Francia), che fornisce un’ottima prova dando voce ai suoi pupazzi e alla sua bisbetica cagnetta maltese, ma che trascina il pubblico in un fiume di risate, soprattutto quando dopo aver scelto alcune persone dal pubblico le usa come i suoi pupazzi dando una voce diversa e buffissima a ciascuno di loro.

Jakob Mathias (Germania), ci porta in spiaggia invece per un numero divertente in cui dopo diversi giochi magici fa addirittura fluttuare le sue assistenti e si fa persino la doccia apparendo dal nulla in platea. Nel complesso sebbene un po’ meno in grande rispetto alle precedenti edizioni, con molti numeri davvero molto belli e altri forse un po’ prevedibili ma eseguiti ugualmente con strabiliante abilità, Miraggi conferma Supermagic come il miglior spettacolo di magia in circolazione, adatto a tutte le età e assolutamente da vedere. Appuntamento all’anno prossimo con la nuova edizione di Supermagic.

Valentina Franci, com.unica 7 febbraio 2018

Share This: