La squadra di Sarri conquista tre punti d’oro a Bergamo, dubbi sul gol-vittoria di Mertens. Vola la Lazio che ne fa cinque al Chievo. Tripletta per Quagliarella e applausi alla sua Samp, il Milan espugna Cagliari.

Nell’anticipo di mezzogiorno della 21esima giornata il Napoli batte 1-0 l’Atalanta. Decisivo Mertens al 65′, (in sospetto fuori gioco non rilevato dal Var ma visto da tutto lo stadio e dal pubblico dellea televisione) che torna al gol dopo 9 turni di digiuno in campionato (segnando la sua nona rete nei match giocati alle 12:30). Con questo successo la squadra di Sarri resta in testa alla classifica con 54 punti, a +4 dalla Juventus. Mertens è tornato così a segnare dopo un digiuno in campionato che durava da 9 partite, precisamente da Napoli-Sassuolo del 29 ottobre 2017. Maurizio Sarri, preoccupato prima del match per le condizioni dei suoi uomini dopo le vacanze, riparte con una vittoria mentre l’Atalanta subisce la seconda sconfitta consecutiva in casa dopo il ko contro il Cagliari, ma nessun allarme per Gasperini: la sua squadra è viva, compatta e gioca come un unico gruppo.

La Lazio vola sempre più in alto e si dimostra la grande sorpesa di questo Campionato. Nel pomeriggio all’Olimpico successo a valanga sul Chievo battuto per 5-1 centrando la seconda vittoria consecutiva dopo il 5-2 alla Spal. Davanti ad un pubblico sempre più entusiasta la squadra di Simone Inzaghi sblocca la gara con Luis Alberto (23′) ma viene subito ripresa da Pucciarelli (25′). Una doppietta di Milinkovic-Savic (32′ e 68′) riporta avanti i biancocelesti, che nel finale allungano grazie ai gol di Bastos (83′) e Nani (86′

E’ finita 1-1 tra Sassuolo e Torino. Al Mapei Stadium partono meglio gli emiliani, ma i granata passano al primo tiro in porta con Obi al 26′. Nella ripresa dopo 9′ il meritato pari dei neroverdi, grazie a una magia di Berardi: l’attaccante non segnava dal 1° ottobre. La chance più ghiotta per la vittoria capita sulla testa di Peluso al 26′, ma Sirigu, il migliore dei suoi, è salvato dal palo. Primo pari per Mazzarri.

Quagliarella “man of match” sfodera una tripletta contro la Fiorentina a Marassi per una Sampdoria che vince e riprende la corsa per un posto in Europa. Poca cosa la squadra di Pioli che arrivava a questa gara dopo otto risultati utili consecutivi. Il gol di Sanchez nel finale è servito solo a rendere meno amaro il passivo ma i Viola oggi non hanno mai realmente impensierito la squadra di un Ferrero letteralmente scatenato in tribuna. A sorpresa Giampaolo preferisce Kownacki a Zapata, fresco sposo, in attacco con Quagliarella. E’ finita 3-1: l’attaccante ne fa tre e arriva a quota 15, primato personale in serie A. La squadra di Pioli affonda dopo 8 risultati utili.

La Spal conquista un ottimo punto in casa dell’Udinese di Massimo Oddo nella 21esima giornata di Serie A. Bianconeri avanti nel primo tempo con un gol di Samir (11′), nella ripresa arriva il guizzo di Floccari (49′) che segna la sua rete numero 70 in A. Buon punto per la Spal che resta comunque al terzultimo posto in classifica, l’Udinese rallenta con il secondo pareggio consecutivo e ora è a 4 punti dalla zona Europa League.

Se il campionato fosse finito oggi, il Crotone sarebbe salvo. Siccome siamo alla prima di ritorno, questo trionfale successo nello scontro diretto col Verona (0-3, reti di Barberis, Stoian e Ricci), è soltanto una grande iniezione di fiducia per la truppa di Zenga, che ha mandato in campo i rinforzi appena arrivati dal mercato: Ricci, Capuano e Benali. Per il Verona la notte è fonda e quelle che aspettano il presidente Setti sono ore di profonda riflessione: esonerare il tecnico o ricorrere ancora al mercato dopo gli acquisti di Petkovic e Matos?

Ritorno alla vittoria nel segno di Verdi. E chi altrimenti. Due assist dell’esterno, nuovo capitano rossoblù, e il Bologna si sbarazza 3-0 del Benevento. Sono Destro e De Maio a spingere in rete i cross dell’esterno, appena eletto re del Dall’Ara. E alla festa partecipa pure il figliol prodigo Dzemaili, in gol nel finale, al rientro dopo la parentesi nel Montreal Impact. Un brutto colpo per i sanniti dopo due successi di fila in casa, in coincidenza anche con la vittoria esterna del Crotone a Verona.

Prima vittoria in rimonta di tutto il campionato per il Milan di Gattuso che alla Sardegna Arena ha battuto 1-2 il Cagliari di Lopez. In un match condizionato dal forte vento, rossoneri sotto all’8′ per il diagonale vincente di Barella che ha sorpreso Donnarumma. La rimonta del Milan arriva dopo la mezz’ora e porta la firma di Kessie: al 35′ dal dischetto e al 42′ a rimorchio di Kalinic. Nella ripresa espulsi Rodriguez e Barella. 

Nel posticipo serale il match-clou di San Siro finisce 1-1: un pareggio che non serve a Inter e Roma in chiave scudetto ma che permette alle due squadre di mantenere intatte le chance in chiave Champions. Di Francesco schiera Strootman nell’inedito ruolo di regista affiancato da Pellegrini e Gerson, con Nainggolan avanzato a ridosso degli attaccanti Dzeko ed El Shaarawy, mentre Spalletti schiera la formazione tipo. Roma in vantaggio alla mezz’ora del primo tempo con un gol di El Shaarawy: su lungo lancio di Alisson il ‘faraone’ approfitta di un liscio di Santon e batte Handanovic con un colpo a ‘cucchiaio’. L’Inter appare più viva nella ripresa con l’ingresso di Brozovic al posto di Gagliardini, mentre la Roma fa più fatica a mantenere il baricentro alto e subisce la reazione veemente dei padroni di casa, soprattutto dopo l’ingresso in campo di Peres e Juan Jesus che snatura l’assetto iniziale. La squadra di Spalletti trova così il gol del pari a pochi minuti dal fischio finale: Vecino di testa sfrutta un cross di Brozovic e batte Alisson per il definitivo 1-1. Nei minuti precedenti Alisson aveva evitato il gol con almeno due interventi da grande campione. L’Inter ora è raggiunta al terzo posto dalla Lazio a 43 punti. La Roma – che mercoledì recupera la gara con la Samp – è quarta a quota 40 punti.


Risultati

Atalanta – Napoli 0 – 1
Bologna – Benevento 3 – 0
Lazio – Chievo 5 – 1
Sampdoria – Fiorentina 3 – 1
Sassuolo – Torino 1 – 1
Udinese – Spal 1 – 1
Verona – Crotone 0 – 3
Cagliari – Milan 1 – 2
Inter – Roma 1 – 1

Classifica

(Francesco Buono/com.unica, 21 gennaio 2018)

Share This: