Oggi il presidente francese Emmanuel Macron inizia una visita di tre giorni in Cina, ospite di Xi Jinping. L’obiettivo di Macron è quello di rafforzare l’influenza della Francia a livello internazionale, approfittando delle conseguenze della Brexit e dell’elezione di Trump. Durante la tre giorni si discuterà di come stringere relazioni più forti tra la superpotenza asiatica e l’Unione Europea (Guardian). Il presidente francese cerca così di cogliere a proprio vantaggio la situazione legata al ritiro dell’America di Donald Trump, che coincide di fatto con l’avanzata della Cina di Xi, come scrive il New Yorker in un ampio reportage dedicato alle strategie cinesi. Macron sarà accompagnato dal direttore operativo di Airbus che, secondo il Financial Times, offrirà alla Cina una partnership industriale sull’A380, il più grande aereo passeggeri al mondo.

Prima tappa della visita sarà Xi’an, che ha un significato simbolico importante: è infatti il punto di partenza dell’antica Via della seta cinese, che l’attuale capo di Stato, Xi Jinping, ha adottato a ispirazione per l’imponente progetto della Nuova Via della seta (One Belt One Road, “Obor”). Quindi lo spostamento a Pechino e un discorso di Macron sul futuro delle relazioni franco-cinesi. Nel corso del viaggio in Cina, il presidente francese punterà secondo la stampa cinese a stabilire una “partnership strategica” con Pechino su fronti quali il contrasto al terrorismo e il clima. 

(com.unica, 8 gennaio 2018)

Share This: