Dopo il battesimo del palcoscenico, l’estate passata a FiuggiPlateaEuropa, il gruppo di cantori fiuggini denominatosi “Canzoniere Anticolano” debutterà, domenica 3 dicembre (ore 17,30) alla Sala Margana di Roma in attesa della tourneè negli Stati Uniti nel prossimo mese di giugno, ospiti dell’Associazione degli Italo-americani.

Intanto, i sette elementi di questa estate, sono diventati ventuno ed avranno al seguito anche un pullman di estimatori anticolani organizzati per la trasferta capitolina dall’Associazione Art and Passion di Sonia Principia. La manifestazione romana, dedicata alla storia dell’emigrazione e alle canzoni popolari che hanno accompagnato l’intero Novecento, verrà condotta da Giuliano Fabi (“Gli emigranti siamo noi”), Pino Pelloni (“Canti d’amore e di lotta”) e Giovanna Napolitano (“Francesca Cabrini e Gian Gaspare Napolitano: gli italiani d’America”).

Il canto popolare (stornelli, ninne nanne, serenate) espressione di cultura delle classi subalterne, di cui testimonia i sentimenti, le aspirazioni e le lotte, in Italia era legato alle culture regionali e sottoregionali ed a quella civiltà prevalentemente agricola rintracciabile nel nostro paese prima che iniziasse il processo di industrializzazione. Un patrimonio melodico e di poesia tramandato per via orale attraverso generazioni di famiglie e arrivato ai cantori fiuggini che tengono da sempre alta la bandiera di questa tradizione che viene da lontano e che restituisce dignità alla “lingua del popolo”, esaltandone la sua cultura e la sua storia. Questa tradizione del canto corale, gelosamente conservata e tramandata da alcune famiglie fiuggine (Incocciati, Principia, Meloni,) pur avendo subìto nel corso degli anni contaminazioni sonore e linguistiche, riesce ancora a coniugarsi con la creazione collettiva, tanto che lo storico sociale Pino Pelloni ha deciso il suo recupero e la sua valorizzazione. Si tratta di un patrimonio culturale di inestimabile valore riproposto nel segno della tradizione e della cultura popolare come accade da secoli per l’Agonia cantata il venerdì Santo e del Pianto della Madonna nella processione del Cristo morto. Come accade, ogni domenica delle Palme e da oltre un decennio, con la rievocazione storica della Passione di Cristo mutuata da quella storica degli anni ’70 ideata da Erio Alessandri.

Fanno parte del “Canzoniere Anticolano”: Romano Incocciati (alla fisarmonica); cantori: Gino Principia, Luciano Meloni, Filippo Severa, Angelo Girolami, Claudio Merletti, Sandro Tucciarelli, Antonio Ambrosetti, Mario Severa, Daniele Ambrosetti, Roberto Girolami, Giovan Battista Ambrosi, Attilio Cardinali, Massimo Ludovici, Roberta Terrinoni, Adele Ludovici, Luisa Latini, Paola Cinetri, Sandra Scardella, Orietta Motta, Sonia Principia, Gino Incocciati e Romeo Santangeli. Collaborazione tecnica ed iconografica di MediaEventi.

(com.unica, 1 dicembre 2017)

Share This: