Perotti e Nainggolan firmano il successo giallorosso (2-1), Insigne e Zielinski quello del Napoli. Var ancora protagonista.

Un uno-due letale all’inizio del secondo tempo ha permesso alla Roma di aggiudicarsi con merito la stracittadina di andata e di sorpassare in classifica i rivali biancolesti, mantenendosi sulla scia della capolista Napoli. Un derby giocato davanti a 60 mila persone, che prima del calcio d’inizio hanno rivolto un tributo commosso al tifoso laziale Gabriele Sandri, applaudito al di là delle divisioni e del tifo: un bello spettacolo. Di Perotti su rigore al 3′ e di Nainggolan al 7′ della ripresa con un gran tiro angolato dalla distanza i gol giallorossi, mentre per la Lazio ha accorciato le distanze su rigore Immobile al 26′, penalty concesso grazie all’intervento del Var (l’arbitro Rocchi non aveva visto il tocco con la mano di Manolas in area). Le due squadre si presentano al completo: giocano anche Nainggolan (migliore in campo) e Immobile, in dubbio alla vigilia in quanto reduci da infortuni. La Lazio parte bene e nei primi dieci minuti sembra più in palla e propositiva. Ma la Roma trova subito le contromisure e grazie al pressing nella metà campo avversaria prende alla distanza il sopravvento, con un possesso palla più continuo. Due sole però le occasioni da goal nei primi 45′, che capitano entrambe a Dzeko: prima di testa con la palla che sfiora il palo e poi con una girata da dentro l’area con respinta prodigiosa di Strakosha.

Nella ripresa la squadra di Di Francesco aumenta il ritmo con un pressing in attacco ancora più asfissiante: arrivano così i due gol nel giro di quattro minuti. Si mettono in luce soprattutto il devastante Nainggolan (non solo per il gol), Kolarov, sempre più padrone della fascia sinistra e Perotti.

Nel secondo dei due anticipi della 13/a giornata del campionato il Napoli ha avuto ragione al San Paolo di un discreto Milan. Gli uomini di Sarri nella prima fase della gara sono riusciti solo a tratti a sviluppare il solito gioco fatto di fitte trame offensive e hanno un po’ sofferto la superiorità numerica a centrocampo del Milan a cui ha dato una mano anche Suso, poi uscito per infortunio. Ha aperto le marcature Insigne al 33′ del primo tempo (il gol è stato convalidato dalla Var) e ha raddoppiato al 28′ del secondo tempo Zielinski. Due gol simili, in entrambe le occasioni i marcatori sono scattati sul filo del fuorigioco. Tardiva la rete della bandiera nel finale di Romagnoli (47′ st) con un gran tiro al volo dal limite dell’area. Gli azzurri allungano ora in testa alla classifica a +4 punti dalla Juventus, attesa domani a Genova dalla Sampdoria.

Roma-Lazio 2-1 (0-0)

Reti: 3′ st Perotti (rig.), 7′ Nainggolan, 26′ st Immobile (rig.).

Roma (4-3-3): Alisson 6, Florenzi 6 (34′ st Bruno Peres sv), Manolas 5.5, Fazio 6.5, Kolarov 7, Strootman 6, De Rossi 6.5, Nainggolan 8 (40′ st Juan Jesus sv), El Shaarawy 6 (27′ st Gerson 6), Dzeko 6.5, Perotti 7. All.: Di Francesco 7.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha 6, Bastos 5,5, De Vrij 6, Radu 5.5 (32′ st Patric 5.5), Marusic 6, Parolo 6, Leiva 5.5 (13′ st Nani 6), Milinkovic 6, Lulic 5 (13′ st Lukaku 7), Luis Alberto 6, Immobile 6. All.: Inzaghi 6.

Arbitro: Rocchi di Firenze 6.5.

…………

Napoli-Milan 2-1 (1-0)

Reti: nel pt 33′ Insigne; nel st 27′ Zielinski, 46′ Romagnoli.

Napoli (4-3-3): Reina 6, Hysaj 6,5, Albiol 6,5, Koulibaly 7, Mario Rui 6 (20′ st Maggio 6), Allan 6,5, Jorginho 6,5, Hamsik 6 (24′ st Zielinski 6,5), Callejon 6 (33′ st Rog sv), Mertens 6, Insigne 7. All.: Sarri 6,5.

Milan (3-5-1-1): G.Donnarumma 5,5, Musacchio 5,5, Bonucci 6, Romagnoli 6,5, Borini 5,5 (32′ st Abate sv), Kessie 6,5, Montolivo 6 (39′ st Biglia sv), Locatelli 6, Bonaventura 6, Suso 6 (47′ pt Andrè Silva 5), Kalinic 5. All.: Montella 5,5.

Arbitro: Doveri di Roma 7.

Share This: