La Commissione europea darà il suo giudizio sulla manovra finanziaria italiana dopo le elezioni politiche del 2018. Bruxelles intanto dovrebbe inviare una lettera al governo nella quale chiederà maggiori sforzi per il rispetto degli impegni comunitari. Secondo il vicepresidente della Commissione Ue Jyrki Katainen, “sui conti pubblici i politici italiani non dicono la verità” (Il Sole 24 Ore). Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ribatte: “La legge di bilancio è conforme alle regole” (Rainews). 

Le stime preliminari sul Pil italiano indicano un +0,5% rispetto a tre mesi fa e un +1,8% rispetto allo stesso periodo del 2016: è il massimo da sei anni (Repubblica). Intanto l’economia tedesca è cresciuta del 2,8% in un anno (Il Sole 24 Ore).

Tra le novità approvate in Commissione bilancio del Senato, lo stop alle bollette a 28 giorni e un mini scudo fiscale per far rientrare i capitali degli ex residenti all’estero e frontalieri. Il testo dovrebbe arrivare oggi in aula e il governo dovrebbe porre la fiducia (La Stampa). 

Sul fronte bancario da segnalare che il pm milanese, Giordano Baggio, in audizione davanti alla Commissione di inchiesta sulle banche, ha detto che alcuni manager del vecchio Mps usavano “un imponente scudo di denaro” e conti offshore. Il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, e il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, saranno sentiti prima di Natale (Ansa).

(com.unica, 15 novembre 2017)

Share This: