Nel giorno dell’anniversario della sua vittoria elettorale, il presidente degli Stati Uniti è atterrato in Cina, Paese che aveva più volte attaccato durante la sua campagna elettorale. Accolto con il red carpet (negato a Obama nel 2016) dal presidente Xi Jinping (Cnn), Donald Trump punta su Pechino per risolvere le tensioni nucleari con la Corea del nord e ridurre il deficit commerciale degli Usa con la Cina (New York Times).

Trump ha invitato la Cina e il suo leader, Xi Jinping, a lavorare “duramente” ed “agire velocemente” per risolvere la crisi nucleare nordcoreana, avvertendo che “il tempo si sta esaurendo rapidamente”. Parlando in occasione del suo incontro con l’omologo cinese a Pechino, Trump ha spiegato: “Dobbiamo operare velocemente e speriamo che la Cina agisca più rapidamente e in modo più efficace su questo problema, che è di tutti”, ha detto Trump, ringraziando Xi per i suoi sforzi per limitare gli scambi commerciali con Pyongyang. “La Cina può risolvere questo problema in modo semplice e rapido, e invito la Cina e il suo grande presidente a lavorare molto duramente”, ha detto il leader americano.

Indebolito “in casa” da scandali, inchieste e un’agenda ancora poco chiara (Cnn), Trump ha iniziato questa mattina il colloquio con Xi da pari a pari, non come leader più potente del mondo (Bbc). In giornata il presidente americano incontrerà alcuni imprenditori cinesi, prima della cena di Stato di questa sera.

(com.unica, 9 novembre 2017)

Share This: