Alla Samp il 115° derby della Lanterna mentre il Cagliari in rimonta batte il Verona (2-1). Rinviata per la pioggia Lazio-Udinese. Il Milan torna alla vittoria (0-2 col Sassuolo).

Seconda vittoria consecutiva in campionato per il Crotone di Nicola. Nell’anticipo della dodicesima giornata di Serie A, i calabresi passano 2-3 al Dall’Ara contro il Bologna e si portano a quota 12 in classifica. La squadra di Donadoni, alla quarta sconfitta in fila, passa due volte in vantaggio con altrettante magie su punizione di Verdi, ma gli ospiti rimontano con la doppietta di Budimir e con il calcio di rigore di Trotta assegnato dal Var.

Giampaolo vince il suo terzo derby di fila (2-0). E proietta sulla Sampdoria una luce intensa di potere e fiducia in grado di lasciare libero spazio all’immaginazione: perché questa squadra dovrebbe porsi limiti? Da oggi nulla sarà più come prima e i blucerchiati potranno attingere dalla scorsa notte le energie e l’euforia per affrontare a testa alta ogni avversario, a partire dalla Juventus dopo la sosta. Con questi tre punti, per altro, è superata anche la Samp di Delneri. Precipita il Genoa di Juric, che ora è molto vicino all’esonero. Non è riuscito a provocare una reazione sufficiente ad evitare l’ennesima sconfitta di una stagione che si sta mettendo molto male. Un gol di Ramirez nel primo tempo, facilitato da una dormita di una difesa ben poco attraente, e il raddoppio dell’ inossidabile Quagliarella nella ripresa, hanno garantito alla Samp tre punti importanti.

Frena l’Inter. Nel lunch match della 12.a giornata la squadra di Spalletti viene fermata sull’1-1 da un buon Torino a San Siro. Dopo un primo tempo equilibrato, al 14′ della ripresa sono i granata a portarsi in vantaggio con un sinistro preciso di Iago Falque che fulmina Handanovic. Obi spreca l’occasionissima per raddoppiare. Al 34′ Eder trova il pareggio su assist di Icardi poi Vecino colpisce una clamorosa traversa.

La capolista Napoli viene fermata dal Chievo Verona sullo 0-0 al Bentegodi. Gli azzurri restano in vetta, ma ora la Juventus (che ha battuto 2-1 il Benevento) è a -1 dagli azzurri. Dopo la sconfitta in Champions contro il Manchester City, il Napoli non riesce a vincere in campionato. E dire che Sarri aveva scelto di far giocare forze fresche, vedi Zielinski e Mario Rui, ma gli azzurri non sono riusciti a sfondare il muro della squadra di Maran.

Successo fondamentale per il Cagliari, che batte 2-1 il Verona e sale a quota 12. Alla Sardegna Arena, gialloblù avanti al 6′ con il colpo di testa di Zuculini su assist di Cerci. Cinque minuti dopo, Cigarini sbaglia un rigore, ma al 28′ Ceppitelli pareggia da corner. All’85’, Faragò ruba palla a Souprayen e batte Nicolas con il destro, regalando la vittoria ai suoi. Gli uomini di Pecchia restano al penultimo posto con 6 punti insieme al Genoa.

Continua la marcia della Roma che in casa della Fiorentina ha raccolto la quarta vittoria consecutiva in campionato. Protagonista assoluto – e a sorpresa – nel 2-4 del Franchi, il brasiliano Gerson con una doppietta nel primo tempo. Alle reti del brasiliano hanno risposto prima Veretout e poi Simeone, ma a inizio ripresa è arrivato il gol da tre punti siglato daManolas con una deviazione di spalla. Nel finale poker di Perotti.

Alla fine per la Juve diventa la giornata perfetta: vittoria, secondo posto conquistato ai danni dell’Inter e Napoli, bloccato dal Chievo, di nuovo a un punto. Ma quanta fatica per i bianconeri, a lungo in difficoltà contro il Benevento che, prima accarezza il sogno con la pennellata di Ciciretti e poi crolla, diventando la prima squadra dei principali campionati europei, dal dopoguerra ad oggi a perdere le prime 12 partite consecutive in serie A. Sono Higuain e Cuadrado a firmare la rimonta della squadra di Allegri, ma il risultato è davvero l’unica cosa che conta, e quindi da salvare, nel pomeriggio della festa per i 120 anni del club.

Il Milan espugna il Mapei Stadium e torna alla vittoria in campionato. A decidere il posticipo della dodicesima giornata di Serie A sono state le reti di Romagnoli (42′) e Suso (67′). Con questa vittoria i rossoneri superano il Torino e si piazzano al settimo posto in classifica a quota 19 punti, mentre il Sassuolo resta pericolosamente in diciassettesima posizione con sole otto lunghezze.

Risultati

Bologna – Crotone 2 – 3
Genoa – Sampdoria 0 – 2
Inter – Torino 1 – 1
Cagliari – Verona 2 – 1
Chievo – Napoli 0 – 0
Fiorentina – Roma 2 – 4
Juve – Benevento 2 – 1
Lazio – Udinese
Atalanta – Spal 1 – 1
Sassuolo – Milan 0 – 2

……………………

Classifica

 (Francesco Buono/com.unica, 5 novembre 2017)

Share This: