Un convegno, un concerto e sante messe a Fiuggi per celebrare la ricorrenza dei quattrocento anni (1617-2017) della conscrazione della Collegiata di San Pietro Apostolo in Anticoli.

Gli anticolani, esortati dal vescovo anagnino, monsignor Antonio Seneca, già Vicario generale di San Carlo Borromeo, cominciarono a fabbricare la Collegiata con molte cappelle e altari, dedicandoli a Santa Lucia ed ai Santi protettori del paese. I lavori durarono circa dieci anni e l’opera venne terminata nel 1610, sotto il pontificato di Paolo V. E il 4 novembre 1617, festa di San Carlo Borromeo, fu lo stesso vescovo Seneca a consacrare la chiesa, su richiesta del reverendo Nicola Gallo, vicario foraneo, di tutto il clero anticolano, del sindaco Federico de Grassis, dei signori officiali Mariani e Nicola Giannuzzi e da Francesco Venditti, camerario della terra di Anticoli. L’atto di fondazione, traslazione e consacrazione della nuova collegiata di San Pietro fu firmato e sottoscritto in Anticoli dai signori Martino Sabello di Acuto e Bernardino Giorgilli di Anticoli, quali testi appositamente chiamati, e a cura di Organtino Trolli, pubblico notaro, e per il momento cancelliere della Curia vescovile di Anagni. L’atto fu trascritto nell’archivio della Curia romana e l’istrumento, munito del sigillo di monsignor Antonio Seneca, fu pubblicato, nel palazzo vescovile di Anagni, il 15 luglio 1617.

Il convegno “Storia, arte e architettura della Collegiata San Pietro Apostolo in Anticoli” è stato promosso dalla Fondazione Levi Pelloni-Centro Nazionale di ricerche storiche (Sala Consiliare del Comune, Sabato 4 novembre, ore 17,30) in collaborazione con MediaEventi, la Parrocchia di San Pietro Apostolo, l’Associaione “Carlo D’Amico per Fiuggi-Anticoli”, Biblioteca della Shoah, l’associazione “ArtandPassion”, l’Unitre di Fiuggi, l’associazione “Ex alunni Liceo Leoniano di Anagni” e il patrocinio della Municipalità fiuggina e della FederAlberghi.

Di particolare interesse l’incontro sulla storia di questa chiesa che vedrà alla tribuna: Marco Cecili, “Le chiese di Anticoli; Pino Pelloni, “Il triste Seicento degli anticolani”; Giovanna Napolitano Morelli, “Arredi, oggetti sacri e reliquie, il patrimonio della Collegiata”; Felice D’Amico, “L’architettura della Collegiata, storia e rifacimenti” e Giuseppe D’Onorio, “Le campane della nostra terra di Ciociaria e di Anticoli”.

Domenica 5 novembre, presso la Collegiata cittadina, Santa messa officiata dal vescovo di Anagni-Alatri Mons. Lorenzo Loppa (ore 17,00) e Concerto d’organo di Elena Domasheva (ore 18,15).

(com.unica, 2 novembre 2017)

Share This: