Nella prima giornata del Consiglio europeo, la Cancelliera Angela Merkel ha espresso fiducia sulla possibilità che i negoziati sulla Brexit passino a una fase successiva da dicembre, quando si discuterà dell’accordo commerciale tra Ue e Regno Unito (Guardian). Ma altri leader europei sostengono che prima si debba affrontare il discorso del costo che il Paese dovrà sostenere per il divorzio dall’Unione. Secondo l’Independent la premier britannica Theresa May per la prima volta ha ammesso che le trattative hanno avuto momenti di difficoltà. 

Il segretario di Stato britannico per l’uscita dall’Ue David Davis ha aperto alla possibilità per i cittadini europei nel Regno Unito di essere raggiunti dai famigliari per un breve periodo di tempo prima della Brexit (The Times).

Sul tema dell’immigrazione extracomunitaria la commissione libertà civili del Parlamento europeo ha dato il primo via libera alla modifica del regolamento di Dublino con l’abolizione del principio del Paese di primo ingresso e l’introduzione di un sistema automatico e permanente di ricollocamenti in tutta l’Ue (Ansa). “Siamo qui per rivendicare anche i risultati molto incoraggianti che l’azione dell’Italia ha raggiunto per quanto riguarda il contrasto al traffico di migranti clandestini nella rotta del Mediterraneo centrale”, ha detto il premier Paolo Gentiloni prima del summit europeo. All’arrivo alla riunione dei leader socialisti a Bruxelles, il premier ha sottolineato che però i risultati “vanno consolidati” e che per questo serve “un concorso di risorse economiche” da parte degli altri Stati membri.

(com.unica, 20 ottobre 2017)

Share This: