La Casa Bianca di Donald Trump lavora su più fronti con sanzioni e misure che dovrebbero proteggere le aziende americane. Il disegno di legge che introduce nuove sanzioni contro Corea del Nord, Iran e Russia dovrebbe essere firmato “molto presto” da Trump. Il Wall Street Journal anticipa che le nuove mosse contro la Cina potrebbero ampliarsi alla tutela della proprietà intellettuale e non solo ai dazi sull’acciaio.

Reuters, però, scrive che a Vladimir Putin non conviene rispondere con nuove sanzioni perché nuocerebbero anche alla fragile economia del suo Paese.

Il presidente americano avrebbe dettato al figlio Don Jr la prima dichiarazione – poi rivelatasi falsa – da rilasciare sull’incontro con l’avvocatessa russa avvenuto nel 2016. Il figlio affermò di aver parlato “principalmente di un programma legato alle adozioni di bambini russi” e che non erano stati toccati temi relativi alla campagna elettorale (Washington Post).

(com.unica, 2 agosto 2017)

Share This: