Il premio  Strega ha avuto una giuria allargata di 660 votanti: ai 400 Amici della Domenica e ai 40 lettori forti selezionati dalle librerie indipendenti italiane associate all’ALI, si sono aggiunti 200 intellettuali e studiosi italiani e stranieri scelti da 20 istituti italiani di cultura all’estero e 20 voti collettivi espressi da scuole, università e biblioteche, non ha riservato particolari sorprese rispetto alle previsioni della vigilia.

Tra i tavoli del Ninfeo erano presenti, tra gli altri, Paolo Mieli, Enrico Selva Coddè, amministratore delegato Mondadori Libri, Giuseppe laterza, Elido Fazi, Serena Dandini, Daria Bignardi, Lidia Ravera, il presidente del Centro per il Libro Romano Montroni, il direttore editoriale di Neri Pozza,Giuseppe Russo e il presidente del Gruppo Gems, Stefano Mauri. Teresa Ciabatti, che inizialmente sembrava avere con sé i favori del pronostico ha detto alle telecamere di Rai 3 che ha ripreso in diretta la cerimonia: “è una bellissima serata ma speriamo finisca presto”.  “Non si può non essere emozionati” ha affermato la Marasco per la quale “il terzo posto è già una vittoria”. E si augurava di risalire più in alto Nucci, come è accaduto, “certo, non il primo”. Rollo è felice, tra l’altro, “di aver portato in cinquina il suo piccolo editore, Manni”.

(com.unica, 7 luglio 2017)

Share This: