[ACCADDE OGGI]

L’ultima rivelazione semestrale ci parla di un forte aumento delle persone scomparse in Italia. Il dato tiene conto della forte presenza degli stranieri nel nostro paese di cui si sono perse le tracce, ma in ogni caso è in sensibile aumento il numero delle italiane e degli italiani che svaniscono nel nulla e di cui non si hanno più notizie.

Il monitoraggio che parte dal 1974 registra alla data del fine anno 2015 il numero impressionante di quasi seimila persone di cui non si hanno più notizie e che porta il dato complessivo a quasi novemila italiani scomparsi. Per la maggior parte si tratta di minorenni ma non mancano gli adulti affetti da gravi disturbi mentali. Sensibilmente in aumento sono anche i ritrovamenti che spesso purtroppo portano alla luce cadaveri senza nome e in attesa di riconoscimento.

Emanuela Orlandi di 15 anni scomparve a Roma il 22 giugno 1983 e, sempre a Roma qualche giorno prima, scomparve la sua coetanea Mirella Gregori. Emanuela, cittadina vaticana, non era malata di mente e non lo era la romana Mirella. Insieme inghiottite dal nulla; di lei e di Mirella resta il nulla.

Interminabili indagini, fiumi di inchiostro e deliranti avvistamenti e confidenze con l’immancabile intreccio tra politica, malavita e, soprattutto per Emanuela, sospetti tra le alte sfere vaticane; ma nulla, neanche il ritrovamento dei corpi vive o morte che siano.

Un giallo la scomparsa delle due ragazze e un mistero italiano di cui sentiremo ancora lungo parlare.

(Franco Seccia/com.unica, 21 giugno 2017)

Share This: