Il partito La Republique En Marche! del presidente francese Emmanuel Macron ha conquistato la maggioranza assoluta all’assemblea nazionale, ma meno ampia del previsto, nel secondo turno delle legislative: 300 seggi su 566, cui si aggiungono i 41 degli alleati MoDem (Le Figaro).

Ai Repubblicani vanno 113 seggi, all’Unione dei Democratici e degli Indipendenti 16, ai Socialisti 29 (e il segretario del Partito socialista Jean-Christophe Cambadélis ha annunciato le dimissioni), a La France insoumise 17 e Marine Le Pen entra per la prima volta in Parlamento tra gli 8 eletti del Front National (la mappa seggio per seggio di Le Monde). Ma il primo partito è l’astensionismo: che ha toccato il record del 56,83%, ancora più del 51,3% del primo turno. Il problema dell’astensione è molto serio ed è legato al sistema elettorale francese, come rileva oggi Liberation. Da registrare anche un record di presenza femminile: le deputate alla nuova assemblea nazionale saranno saranno 223.

(com.unica, 19 giugno 2017)

Share This: