[ACCADDE OGGI]

Auguri a Morgan Freeman che compie oggi 80 anni. Una vita quella di Freeman consacrata alla recitazione cercata e testardamente perseguita fin da piccolo nonostante le avversità impostegli dalle traversie di una famiglia povera e di colore della natia Memphis la città mausoleo di Elvis Presley nel Tennessee. Il padre di Morgan era un barbiere e la madre aiutava il magro bilancio familiare facendo la donna delle pulizie. Ma la vita era ugualmente insostenibile e la famiglia Morgan cercava nuove possibilità trasferendosi continuamente da un capo all’altro dell’America in cerca di migliori prospettive. Morgan faticava a seguire questi continui spostamenti che lo costringevano a continue interruzioni scolastiche e soprattutto a interrompere la recitazione che ogni volta cercava di intraprendere non senza successo nelle scuole che frequentava. Alla fine decise di tentare la strada del single e si trasferì a Los Angeles dove per sopravvivere fece tanti mestieri senza però mai perdere di vista il mondo dello spettacolo.

I soldi che guadagnava anche facendo il meccanico per l’aviazione statunitense li spendeva per seguire corsi privati di recitazione. Poi andò incontro al destino tuffandosi nella Grande Mela e a San Francisco dove finalmente gli viene data la possibilità di entrare in un gruppo musicale come ballerino e arriva esibirsi a Broadway nel musical “Hello, Dolly!”. Ma lui cercava il cinema e non pago di una piccola comparsa offertagli dal grande Sidney Lumet ne “L’uomo del banco dei pegni” accanto al divino Rod Steiger, si accontenta del piccolo schermo in un programma per ragazzi e inventa un personaggio che entrerà in tutte le case degli americani dandogli quella notorietà che Hollywood non può ignorare. Sarà così che lo vedremo sul grande schermo accanto a Denzel Washington, a Robert Redford, a William Hurt, a Paul Newman, Nick Nolte e alla meravigliosa Jessica Tandy nei panni dell’autista in “A spasso con Daisy” con cui sfiorerà l’Oscar.

Il sodalizio amicale con Clint Eastwood lo porterà al fianco di Gene Hackman nel capolavoro “Gli Spietati”. Potremmo continuare nel ricordare il volto di questo grande attore con altre decine di pellicole ma solo su una vogliamo soffermarci, il capolavoro di Frank Darabont “le ali della libertà” dove recita accanto a Tim Robbins che ancora una volta lo vedrà candidato all’Oscar come migliore attore. Sarà l’amico Clint Eastwood a fargli vincere l’Oscar sulla soglia dei 70anni dirigendolo in Million Dollar Baby. I critici, ma soprattutto il pubblico sanno per certo che è un film di qualità se c’è di mezzo Morgan Freeman. Auguri Morgan.

(Franco Seccia/com.unica, 1 giugno 2017)

Share This: