22 persone sono morte e almeno 60 sono rimaste ferite in seguito a un’esplosione nel foyer della Manchester Arena, in Gran Bretagna, dove era in corso il concerto della pop star americana Ariana Grande (Bbc). L’attacco, che la polizia ha indicato come un atto terroristico, forse condotto da un kamikaze, è avvenuto attorno alle 22.30, quando lo show era appena finito e nell’arena si trovavano circa 21 mila persone, scatenando il panico tra la folla.

Secondo la Cnn, l’autore dell’attentato sarebbe stato identificato, ma la polizia britannica non ha confermato la notizia. La premier Theresa May ha sospeso la campagna elettorale in vista delle elezioni dell’8 giugno e oggi presiederà una riunione del comitato di emergenza.

#RoomforManchester: come durante l’attacco del Bataclan a Parigi, i residenti di Manchester hanno utilizzato i social network per offrire passaggi e ospitalità alle persone coinvolte nell’attentato, mentre molti genitori tentavano di rintracciare i figli adolescenti che si trovavano al concerto. 

(com.unica, 23 maggio 2017)

Share This: