[ACCADDE OGGI]

Un segreto e un successo planetario che dura da oltre cinquant’anni: il 20 aprile 1964 esce dallo stabilimento di Alba il primo barattolo di Nutella.

Descrivere questa pasta spalmabile a base di nocciole e cacao è veramente superfluo perché non esiste tavolo sparso negli angoli più remoti della terra che alle prime ore del mattino non venga imbandito con il caratteristico barattolo o bicchiere contenente la preziosa crema di cioccolata italiana.

I numeri parlano da solo: 350.000 le tonnellate di nutella prodotte dalla Ferrero nell’anno 2014 con un fatturato riferito a quell’anno di circa 8,4 miliardi di euro e con oltre 21.900 dipendenti distribuiti nei 20 stabilimenti sparsi nel mondo tra Europa, Argentina, Australia, Brasile, Ecuador, Porto Rico, Canada e Stati Uniti. Sul sito della società si legge che: la Nutella prodotta ogni anno è pari a 1,8 volte il giro del mondo, i vasetti di Nutella venduti in un anno ricoprono 8 volte la Grande Muraglia cinese e che allineando tutti i vasetti di Nutella venduti in un anno il Danubio sarebbe attraversato per ben 26 volte.

Un successo tutto italiano dovuto a questo pasticciere piemontese, Pietro Ferrero, che in piena guerra, nel 1942, per fronteggiare la scarsità di cacao si inventò una crema spalmabile di cioccolata con forte aggiunta di nocciole facilmente reperibili nelle langhe del cuneense. Fu il figlio di Pietro, Michele Ferrero a pensare alla grande distribuzione del prodotto rimaneggiandolo con miscele segretamente custodite e lanciando nel 1964 il caratteristico bicchiere con il marchio Nutella.

Il successo planetario ben condensato nella frase “Che mondo sarebbe senza Nutella?” ha naturalmente visto guerre di concorrenza e ostracismi di ogni sorta compresa quella del Parlamento Europeo per la norma riferita ai grassi e agli zuccheri che nelle etichette dei prodotti devono avvisare sul “miglior profilo nutrizionale”; la Ferrero ha risposto con la creazione di un comitato chiamato “Giù le mani dalla Nutella” sostenuto dalla Regione Piemonte e dall’allora ministro per le Politiche Europee Andrea Ronchi.

Nell’occasione dei cinquant’anni dalla nascita della Nutella un francobollo italiano ha ricordato l’avvenimento dopo che qualche anno prima il Reputation Institute, l’agenzia mondiale che si occupa del brand delle imprese e alla loro condotta etica, ha affermato che Ferrero è il marchio più affidabile e con la migliore reputazione al mondo secondo i consumatori, seguito dall’azienda svedese IKEA e dalla statunitense Johnson & Johnson. Naturalmente, l’azienda produttrice della Nutella, la Ferrero S.p.A. è posseduta al 100% dalla Ferrero International SA che ha sede a Findel di Sandweiler in Lussemburgo dove le tasse non parlano italiano.

(Franco Seccia/com.unica, 20 aprile 2016)

Share This: