Il chief strategist della Casa Bianca Stephen Bannon è stato rimosso dal consiglio per la Sicurezza nazionale. Un inaspettato rimpasto che allontana il più stretto consigliere di Donald Trump e declassa il consigliere per la Sicurezza interna Tom Bossert. Ne ha dato notizia per prima l’agenzia Bloomberg, citando fonti della Casa Bianca. In un memorandum di sette pagine, il presidente illustra le modifiche all’organizzazione del Consiglio. 

L’allontanamento di Bannon, per la cui nomina Trump era stato molto criticato, segna una vittoria per il generale H. R. McMaster, succeduto nel ruolo di consigliere per la Sicurezza nazionale al generale Michael Flynn. I cambiamenti rendono potenzialmente più bilanciato l’approccio dell’amministrazione alla politica estera, e più vicino alla corrente moderata di Ivanka Trump, entrata a far parte ufficialmente dello staff. 

La riorganizzazione avviene alla vigilia delI’atteso incontro, oggi e domani, tra Donald Trump e Xi Jinping. Molti osservatori aspettano di vedere se e come Trump saprà ottenere dalla Cina quello che ha promesso (Cnbc) e in generale osservano il tono che l’incontro darà a una delle più importanti e complicate relazioni bilaterali della presidenza. “Chiederò alla Cina di fare pressioni sulla Corea del Nord, ma in caso di risposta negativa siamo pronti ad agire unilateralmente”, ha detto Trump in un colloquio esclusivo con il Financial Times.

(com.unica, 6 aprile 2017)

Share This: