Dopo la sconfitta sull’abrogazione dell’Obamacare, anche l’approvazione della riforma fiscale non sembra scontata. Il flop di Trump sulla sanità si è fatto sentire anche in Borsa, e il dollaro è sceso ai minimi da novembre. Trump intanto accelera sul programma e sta per firmare un decreto per ribaltare le regole sulla riduzione delle emissioni da fonti fossili. Secondo la Cnn, il presidente chiederà presto un finanziamento da 1 miliardo di dollari per costruire le prime 62 miglia del muro col Messico. Intanto il procuratore generale Jeff Sessions ha annunciato tagli ai fondi per gli Stati e le città che difendono i migranti irregolari.

Un altro fronte di tensioni riguarda l’attività dei servizi segreti. Il presidente della commissione di intelligence della Camera, Devin Nunes, ammette di aver incontrato alla Casa Bianca la fonte delle sue rivelazioni sulle intercettazioni nel transition team di Donald Trump. E scoppia il caso, con i democratici che chiedono si astenga dalle indagini sul Russiagate. Lo chiede il leader dei democratici alla Camera, Nancy Pelosi, mentre il leader dei democratici in Senato ne chiede le dimissioni da capo della commissione di intelligence. Nella notte è arrivata la dura risposta di Trump su Twitter: ”La storia di Trump e la Russia e’ una truffa. Perché la commissione di intelligence della Camera non guarda agli accordi di Bill e Hillary Clinton con la Russia, ai discorsi pagati dalla Russia a Bill o alla società russa di Podesta?

(com.unica, 28 marzo 2017)

Share This: