Il leader dell’opposizione russa Aleksej Navalnyi, comparso davanti ai giudici di Mosca, è stato condannato a 15 giorni di reclusione e al pagamento di 350 dollari, dopo esser stato arrestato insieme ad altri manifestanti mentre partecipava a uno dei numerosi cortei che si sono tenuti domenica per chiedere le dimissioni del primo ministro Dimitri Medvedev. Un’ondata di proteste non autorizzate, sintomo della disaffezione verso Vladimir Putin scrive oggi il Washington Post. 

L’Ue ha chiesto formalmente a Mosca di rilasciare gli oltre mille manifestanti fermati. “Facciamo appello alle autorità”, si legge in una nota del portavoce dell’Alto rappresentante per la politica estera Federica Mogherini, “perché rispettino pienamente gli impegni internazionali assunti”. La stessa richiesta è arrivata dagli Stati Uniti. Proprio ieri il Senato americano ha deciso di interrogare il genero e consigliere di Donald Trump Jared Kushner, in merito ai suoi incontri con l’ambasciatore russo. Ma un invito a non essere troppo intransigenti nei confronti di Putin è arrivato dal 94enne Henry Kissinger. “Putin non è Hitler. Negoziare con lui, a condizioni precise, è nell’interesse di tutti” ha detto all’incontro annuale della Trilateral Commission, avvenuto a Washington durante il fine settimana. L’ex segretario di Stato considera inoltre esagerata la minaccia posta dal Cremlino: “Sul piano militare, la Russia non è in grado di batterci. Ha un’economia più piccola di quelle di tutti i Paesi europei del G7 presi singolarmente, e il suo peso non è paragonabile a quello della nostra rivalità strategica con la Cina”. E anche se l’Occidente fosse in condizione di provocare la disintegrazione della Russia, “questo non dovrebbe essere il nostro obiettivo”, perché creerebbe una situazione di instabilità che non giova a nessuno.  Sembra essere d’accordo con questa linea anche ministro degli Esteri italiano Alfano, proprio in questi giorni in visita in Russia, che in un’intervista al Messaggero dice che l’Europa è preoccupata ma che Mosca non va isolata. 

(com.unica, 28 marzo 2017)

Share This: